Rimedi naturali | Sindrome premestruale

Ecco l’app che riduce il dolore mestruale. Funziona davvero?

Un’applicazione ideata da alcuni ricercatori di Berlino sembra essere efficace nel ridurre il dolore mestruale. Ecco come funziona

L'app che riduce il dolore mestruale
L'app che riduce il dolore mestruale (Bloomicon | Shutterstock)

Una nuova e interessantissima applicazione pensata per tutte le donne che ogni mese devono scontrarsi con i dolori causati dal ciclo mestruale. Il software, utilizzabile da qualsiasi cellulare è stato recentemente oggetto di studi scientifici e pare abbia riscosso il dovuto successo. L’idea è quella di ridurre la tipica sintomatologia grazie alla stimolazione di appositi punti che spengono il dolore. Ecco di cosa si tratta.

Addio dolore?
Lo studio, riportato sul Journal of Obstetrics and Gynecology, ha evidenziato come una semplice applicazione per cellulare possa ridurre dolore e altri sintomi tipici della donna. Tutte le funzionalità sono basate sull’utilizzo dell’agopressione, la quale sembra essere in grado di mitigare soprattutto il dolore al basso ventre. Ma si possono ottenere benefici anche contro il mal di testa, il mal di schiena, la nausea e la diarrea.

Lo studio
Durante lo studio, il team di ricerca ha preso in esame 221 donne di età compresa fra i 18 e i 34 anni che presentavano gravi dolori mestruali. Tutte le partecipanti, poi, sono state suddivise in due gruppi in maniera causale. Il primo gruppo aveva a disposizione l’app ed aveva ricevuto un insegnamento per l’auto trattamento della digitopressione prima e durante il ciclo mestruale. Il secondo gruppo aveva invece ricevuto solo l’addestramento ma non aveva a disposizione anche l’applicazione.

I risultati
Dai risultati è emerso che il 37% dei partecipanti che aveva avuto a disposizione sia l’app che l’insegnamento, aveva riportato una riduzione di circa il 50% dell’intensità del dolore. Dopo soli sei mesi questa proporzione era aumentata a più della metà delle donne appartenenti a questo gruppo (58%). Un risultato simile si è evidenziato solo nel 25% delle donne del gruppo di controllo. Tuttavia, le donne nel gruppo di digitopressione-app hanno anche usato meno farmaci antidolorifici rispetto alle donne nel gruppo di controllo e hanno riportato livelli più bassi di dolore nel complesso. Nell’applicazione si trovavano anche istruzioni visive e il dettaglio dei punti di digitopressione da utilizzare durante il ciclo mestruale allo scopo di ridurre il dolore. Tali istruzioni sembrano essere state utili, a volte di più dell’assunzione degli antidolorifici o dei contraccettivi ormonali.

Le donne volevano un’app
«Inizialmente, volevamo semplicemente condurre uno studio sull'uso delle tecniche di auto-cura per il dolore mestruale, ma le donne che erano coinvolte durante le fasi di pianificazione, tutte colpite da dolore mestruale, volevano un'app», spiega la professoressa Claudia Witt dell'Istituto di medicina sociale, epidemiologia ed economia sanitaria. L'app ha aiutato i partecipanti ad applicare semplici tecniche di auto-digitopressione a tre diversi punti di digitopressione.

I risultati rimangono nel tempo
«Siamo rimasti sorpresi nel vedere che, dopo sei mesi, i due terzi dei partecipanti hanno continuato a utilizzare l'auto-digitopressione. Finora, la ricerca sull'efficacia clinica delle app è stata limitata e solo pochi sono stati testati usando studi randomizzati e controllati. Ma noi siamo stati in grado di dimostrare che le app possono essere valutate in un contesto di sperimentazione clinica. Tuttavia, nonostante la nostra esperienza con le sperimentazioni cliniche convenzionali, c'era ancora molto da imparare per noi – ciò che abbiamo trovato è entusiasmante e ci sta aprendo gli occhi», conclude il dottor Daniel Pach dell’Institute of Social Medicine, Epidemiology and Health Economics.

Fonti scientifiche

[1] Women benefit from self-care app - Acupressure for menstrual pain - Institute of Social Medicine, Epidemiology and Health Economics Charité – Universitätsmedizin Berlin