Rimedi naturali | Cannabis

52enne sconfigge il cancro allo stadio terminale con l’olio di Cannabis

Una donna di 52 anni, aveva un cancro allo stadio terminale. Considerata incurabile tenta strade alternative e guarisce miracolosamente

52enne sconfigge il cancro con la Cannabis
52enne sconfigge il cancro con la Cannabis (J. Lekavicius | Shutterstock)

Una notizia che senz’altro accenderà la speranza in molti pazienti affetti da gravi forme cancerogene, la quale – tuttavia – non deve essere emulata se non sotto controllo medico. Il cancro, infatti, è una malattia che non può essere curata con un semplice fai da te. Ma la storia di questa cittadina inglese di 52 anni ora sta facendo il giro del mondo. La donna aveva poche settimana di vita mentre ora è salva. Il merito? L’olio di Cannabis.

Scetticismo iniziale
Joy Smith, come tante altre donne nella sua situazione, si era dimostrata particolarmente scettica nell’uso dell’olio di cannabis. Le avevano dato solo più sei settimane di vita e nessuna cura avrebbe potuto cambiare le cose. Ma inaspettatamente, l’olio di cannabis l’ha resa un miracolo ambulante: sono passati due anni e la sua patologia ora è scomparsa.

Una guarigione miracolosa
La donna, di 52 anni residente a Coventry, ha spiegato che dosi regolari di olio di cannabis hanno permesso di distruggere il tumorale portandola a una guarigione miracolosa. Al momento, tuttavia, la scienza non ha ancora sufficienti prove per far rientrare la cannabis nei normali protocolli terapeutici.

Disposta a tutto
Joy ha raccontato al Coventry Times che quando sei disperato e sai che dopo poco tempo i tuoi giorni giungeranno alla fine, tenti qualsiasi soluzione. «Quando ti hanno detto che hai solo più sei settimane di vita, provi qualsiasi cosa, fidati di me. All'inizio ero un po’ scettica riguardo alla Cannabis perché non avevo mai assunto droghe o cose del genere - ma so che non sarei qui oggi senza di essa. Voglio dirlo a tutti».

Stupiti anche i medici
L’accaduto ha stupito anche i medici che ritengono il caso della donna un vero e proprio miracolo. La diagnosi, infatti, era avvenuta nell’agosto del 2016 – poco meno di due anni fa – e allora i dottori le avevano dato circa sei settimane di vita. «L'olio di cannabis dovrebbe essere legalizzato per scopi medici - le persone stanno morendo e la chemioterapia non le sta curando», ha dichiarato la signora Smith.

La cura
Joy ha iniziato il trattamento tradizionale per il cancro, che doveva essere eseguito per tre giorni ogni due settimane. Tuttavia a causa di gravi effetti collaterali non ha potuto continuare la cura. La donna, però, non sapeva che alcuni amici stessero cercando una cura alternativa. Lo scoprì il giorno in cui le chiesero di aprire la bocca e le diedero l’olio di cannabis.

Tre volte a settimana
La donna ha assunto la Cannabis tra le tre e cinque volte a settimana. «A volte ti senti sballato e molto stanco, spesso mi faceva venire voglia di dormire, quindi tendo a rimanere a letto da sola dopo l’assunzione». Dopo aver notato diversi miglioramenti, Joy è stata visitata da alcuni medici in Spagna al fine di ottenere più risposte. E loro le hanno confermato che aveva potuto salvarsi solo grazie alla Cannabis.

Wonder woman!
«Sono un miracolo ambulante!», ha dichiarato Joy al telegraph. «I medici non potevano crederci, mi chiamano Wonder Woman. È impossibile, ma ho battuto la scienza. I miei amici continuavano a dire che se c’era qualcuno che avrebbe potuto combatterlo quella sarei stata io e l'ho fatto: sono ancora qui».  Ma la sua fortuna non è finita: la donna ha partecipato a Loose Women competition e ha vinto 84.000 sterline. Inutile dire che tutte queste fantastiche esperienze non avrebbe potuto sperimentarle se i suoi amici non le avessero proposto l’olio di cannabis, prodotto che ancora oggi assume, seppur in quantità inferiori.