Rimedi naturali | Omega 3

Troppa fame? Riduci l’appetito aumentando gli omega-3

Per favorire la perdita di peso e diminuire i morsi della fame ci vengono in soccorso gli omega-3. Ecco dove trovarli

Omega 3 e dieta
Omega 3 e dieta (Shutterstock.com)

Chi di noi non ha mai sperimentato, almeno una volta nella vita, un qualunque tipo di dieta? C’è chi spera che cambiando alimentazione potrà arrivare a uno stato di salute ottimale e chi, al contrario, cerca di diminuire al minimo il numero di cibi ingeriti allo scopo di perdere peso. Tuttavia, molti sanno che questa soluzione non è sempre facile da mettere in pratica. Con tutto l’impegno possibile, infatti, il nostro organismo avverte la sensazione di fame e non è molto facile evitare di assecondarla. Ciò nonostante, secondo alcuni esperti, aumentando la quantità di omega-3, anche le piccole rinunce quotidiane potrebbero diventare più semplici da gestire.

I morsi della fame
È facile giudicare le persone quando a dieta sono gli altri, ma nel momento in cui siamo noi a dover fare sacrifici, allora le cose cambiano. Gestire i morsi della fame, infatti, è tutt’altro che semplice. Tuttavia, a detta di alcuni esperti, aumentare il consumo di acidi grassi omega-3 potrebbe aumentare il senso di sazietà e svolgere numerosi benefici per l’organismo.

Bruci di più
Tra i tanti benefici derivanti da una dieta ricca di omega-3, c’è la possibilità di bruciare più velocemente i grassi immagazzinati e, di conseguenza, perdere peso più velocemente. Inoltre, un composto tipico di questo genere di acidi grassi essenziali sembra essere stato riconosciuto come un vero e proprio soppressore dell’appetito. Inoltre, in questo modo si migliora la sensibilità all’insulina svolgendo azione preventiva per il diabete.

Cosa mangiare?
Per frenare i morsi della fame e favorire il dimagrimento, si possono aggiungere alla dieta tutti gli alimenti ricchi di omega-3. Tra i più noti emerge senz’altro il pesce azzurro che, tra le altre cose, è anche decisamente più economico degli altri prodotti ittici. Ma anche i semi di lino e di chia possono esserci molto d’aiuto. Ottimo il salmone, il tonno, gli sgombri, le sardine, il pesce spada, le aringhe. Tra la frutta secca ci si può sbizzarrire con noci, mandorle e nocciole. Mentre nel mondo vegetale ci si può affidare alla verza, alla lattuga, ai porri, il radicchio, il crescione e l’indivia.

Perché gli omega-3 aiutano a chi vuole dimagrire
Secondo Sonia Narang, esperta di benessere, e dietista presso la Celebrity Nmami Agarwal, ci sono 3 motivi per cui gli omega-3 aiutano a controllare i morsi della fame:

1 - Sono composti da tre grassi: l’acido alfa-linolenico (ALA), l’acido eicosapentenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA). Gli ultimi due (l'EPA e il DHA) si trovano per lo più nel grasso dei pesci, mentre l'ALA si trova più facilmente in alimenti vegetali come i semi di lino e le noci. Oltre ad aiutarci a perdere peso svolgono un ruolo importante nella funzione cognitiva, nella crescita e nello sviluppo del corpo umano.

2 – Gli acidi grassi polinsaturi (PUFA) sopprimono l'appetito in combinazione con gli acidi grassi Omega-3 che hanno la capacità di frenare la fame. Inoltre, aumentano i livelli di leptina, sostanza fondamentale per il mantenimento del peso.

3 -  Ottimizzano i livelli di serotonina. Gli alimenti ricchi di Omega-3, consumati quotidianamente, aumentano i livelli di serotonina. La serotonina è una potente sostanza chimica presente nel cervello che riduce il desiderio di cibo e ci permette di sentire lo stomaco pieno senza mangiare troppo. Ecco il motivo per cui mangiare una manciata di noci potrebbe farci sentire sazi più a lungo.