Frutti che fanno bene

L’avocado è grasso? Non più, ora c’è quello con il 30% di grassi in meno

L’avocado è stato più volte definito un frutto benefico per la sua azione nel contrastare malattie come il cancro, l’infarto e l’ictus. Ma molti sono restii a mangiarlo perché ritenuto un frutto molto grasso. Ora dalla Spagna arriva la soluzione, l’avocado light con il 30% di grassi in meno

Avocado
Avocado (MK photograp55 | shutterstock.com)

SPAGNA – Avocado il frutto della salute per molti. Ma, per altrettanti è il frutto dei grassi, poiché ne contiene molti. Forse anche per questo molti sono restii a mangiarlo, nonostante diversi studi abbiano dimostrato le sue proprietà benefiche contro le malattie, tra cui quelle cardiovascolari e gli eventi collegati come infarto o ictus, e anche contro il cancro. Ma ora una soluzione per tutti arriva dalla Spagna e l’avocado ‘light’ che pare contenga il 30% di grassi in meno, e dunque anche meno calorie. Sarà la sua rivincita?

Il frutto più magro, ma solo in questo
Il nuovo avocado light è distribuito con il marchio ‘Aquacate Light’ ed è prodotto dalla azienda Isla Bonita. Secondo i produttori all’avocado sarebbero soltanto stati tolti i grassi, ma il profilo nutrizionale è rimasto lo stesso, comprese le fibre, le vitamine come la A e la vitamina C, i minerali come il potassio, l’acido oleico e l’acido linoleico e gli antiossidanti che lo caratterizzano. Il nuovo avocado, secondo l’azienda che lo produce, matura più velocemente e diviene di colore più bruno. Il frutto, ha appena ricevuto la certificazione della Spanish Hearth Foundation Food Health Programme, per cui si ritiene sia sicuro dal punto di vista alimentare.

Dove arriverà?
Per il momento l’avocado light è distribuito soltanto in Spagna, ma se avrà successo, come i suoi ideatori si augurano, è probabile che presto varcherà i confini e arriverà anche negli altri Paesi dell’Unione Europea – dunque Italia compresa. E, una volta qui, si vedrà come sarà accolto dai consumatori italiani che, in realtà, in genere amano frutti più ‘nostrani’.