Motori | Moto GP Mugello

Beltramo e Corgnati: Quella grandissima pole di Valentino Rossi

Al Mugello il Dottore è andato fortissimo, lui che di solito non è un tipo da qualifica. Ma oggi la sorpresa potrebbe arrivare da un altro italiano, Andrea Iannone

SCARPERIA – Sorprendente, strepitoso, esaltante: il campione più tifato (ma meno prevedibile) ha infiammato le tribune del circuito del Mugello nelle qualifiche di ieri del Gran Premio d'Italia di MotoGp. «È di nuovo MuGiallo... – racconta il nostro Paolo Beltramo – Valentino Rossi ha di nuovo ottenuto una grandissima pole position, l'ultima volta ci era riuscito a Motegi nel 2016, che tanto per essere legati ai numeri è stata ottenuta con il tempo di 1:46. È andato fortissimo, lui che non è un tipo da pole position ma da gara». I suoi avversari spagnoli sono relegati alle sue spalle: «Jorge Lorenzo straordinario secondo con la Ducati e Maverick Vinales terzo: non sappiamo se la Yamaha sia tornata ai suoi livelli, ma qui, in prova, sicuramente lo è stata».

Occhio ai nostri portacolori
In termini di passo gara, però, sono almeno sette i piloti che, sulla carta, possono giocarsi la vittoria. E se Vale sa che dovrà stringere i denti anche oggi, potrebbero recuperare le Ducati, insieme ad un altro italiano: «Andrea Iannone è stato primo praticamente sempre, tranne in qualifica – prosegue Paolone – Ma il tempo ideale più veloce di tutti, come ha fatto notare lui stesso, è suo. È stato molto costante e potrebbe essere lui la sorpresa di questa giornata, con una Suzuki dalla quale si separerà».