Motori | F1 GP Azerbaigian

Minardi: Vettel ha sbagliato, doveva accontentarsi

Con lo sconsiderato attacco a Bottas, il pilota della Ferrari ha buttato al vento una potenziale vittoria: «E i punti persi oggi potrebbero pesare a fine stagione»

FAENZA – Non ha risparmiato i colpi di scena anche il Gran Premio dell'Azerbaigian, vinto a sorpresa dalla Mercedes: «Quarta gara di questo affascinante Mondiale, che ci ha regalato tante emozioni – racconta il nostro Gian Carlo Minardi – Un weekend quasi perfetto per la Ferrari, che purtroppo ha visto un finale travolgente di Lewis Hamilton per via degli errori commessi da Vettel». Quello sconsiderato attacco dopo la ripartenza dalla safety car è infatti costato al pilota tedesco una possibile vittoria: «Secondo me Vettel si doveva accontentare, cercare di portare a casa più punti possibili. Tra l'altro la fortuna, probabilmente, lo avrebbe aiutato, visto quello che è capitato a Bottas negli ultimi giri. Il weekend, comunque, ha visto una Ferrari ai massimi livelli, anche se purtroppo deve fare i conti con la classifica, l'affidabilità e la fortuna. L'obiettivo è portare a casa più punti possibili: questo, alla fine dell'anno, ci permetterà di fare un conteggio, in cui i punti persi oggi potrebbero anche rivelarsi piuttosto importanti».

Verstappen, datti una calmata
L'altro episodio controverso della gara di Baku è stato lo scontro fratricida tra le due Red Bull: «Il Gran Premio è stato rovinato dall'incidente tra Max Verstappen e il suo compagno di squadra Daniel Ricciardo. Più volte, nel corso della gara, l'olandese aveva manifestato un nervosismo al limite del regolamento: io credo che sarebbe ora che la Federazione e il team stesso per il quale lui lavora lo calmassero un attimo, che sia con una reprimenda o un'ammonizione o una punizione estremamente severa».