Motori | Campionato di Formula E

Liuzzi al Diario Motori: «Ferrari, ecco la ricetta per il Mondiale»

L'ex pilota di F1 indica la strada alla Rossa per il prosieguo del campionato: «Deve continuare così per i primi dieci GP, sul finale occhio allo sviluppo Mercedes»

ROMATonio Liuzzi, ti vediamo qui nel paddock dell'ePrix di Roma di Formula E con la camicia ufficiale della Federazione internazionale dell'automobile: sei diventato una persona seria?
Quasi... Per me è la prima esperienza come driver advisor, ovvero assistente commissario della direzione gara. Una novità, molto interessante, anche perché questa sarà una gara particolarmente spettacolare e ricca d'azione, quindi avremo molto da fare lì in cabina.

Come ti sembra questo campionato?
Devo dire che è un format che mi piaceva già dall'inizio, perché ci avevo corso per due mezze stagioni, nella seconda e nella terza. Poi è cresciuta in maniera esponenziale, a partire dal passato campionato, in cui sono iniziate ad entrare le grandi case, e l'anno prossimo ne arriveranno ancora altre. Hanno fatto un lavoro grandioso a livello di organizzazione, tanto che diventerà un vero e proprio campionato mondiale tra i costruttori a livello elettrico. Ci sarà sempre più interesse.

Bella anche la risposta del pubblico italiano, forse superiore alle aspettative.
Penso che noi, in Italia, abbiamo dei panorami spettacolari e anche un pubblico fantastico. Era impossibile non svolgere un evento di Formula E qui a Roma con uno sfondo simile. Sarà la gara più bella dell'anno, perché la location dell'Eur è fantastica, l'organizzazione ha svolto un grandissimo lavoro e mancavano solo gli appassionati, che hanno risposto bene.

Tu, come pilota, che programmi hai per il futuro?
Sto continuando a correre nel mondo del Gt, sto trattando diverse possibilità anche per quest'anno. Non smetterò di correre, perché sono ancora giovane, quindi sto cercando altre opportunità per riempire questa stagione 2018. Ma ci vedremo sicuramente più spesso anche qui nel paddock della Formula E.

Per quanto riguarda la Formula 1, questo inizio di stagione fulminante della Ferrari che ha stupito tutti, ha stupito anche te o te lo aspettavi?
In parte me lo aspettavo: dopo la grandissima stagione 2017 tutti speravano di iniziare con il piede giusto. Sebastian Vettel e tutto il gruppo della Ferrari hanno tenuto un livello altissimo fin dalla prima gara, in cui magari meritavano un po' di meno. Nella seconda e nella terza, in compenso, stanno dimostrando tutto il loro valore in pista. Oggi sono in pole position al Gran Premio di Shanghai, con una prima fila tutta Ferrari. Un successo meritato, ora devono essere bravi a continuare così per le prime dieci gare, perché di solito perdono un po' nella seconda parte, dove Mercedes e Red Bull sono più competitive nello sviluppo. Ma gli auguro il meglio, perché un titolo per la Ferrari in Formula 1 ci vorrebbe, sarebbe una grande cosa.