Moto3

Antonelli al Diario Motori: «Simoncelli? Tifavo per lui e per Valentino Rossi»

A vincere la gara vip del Sic Day 2017 è stato proprio Niccolò, che il prossimo anno difenderà i colori della Sic58 Squadra corse: «Per me è molto speciale, sono orgoglioso di essere qui»

LATINANiccolò Antonelli, il Sic Day è un momento di divertimento ma anche di ricordo. Molto importante, per te ancora di più quest'anno, visto che correrai con il team Sic58.
Sì, qui sono venuto spesso, penso di averlo saltato al massimo una o due volte. Mi fa sempre piacere esserci, poi certo, quest'anno ho ancora un motivo in più.

Che cosa significa per te difendere i colori di questa squadra, e che ricordi hai di quando eri piccolo e seguivi Marco in pista?
Lui è un idolo di tanti, per me è molto speciale, perché era uno dei più forti. Insieme a Valentino, era quello che tifavo sempre. Sono molto orgoglioso di essere qui.

Quella che si è appena conclusa è stata una stagione complicata per te. Ora che è passata qualche settimana, che impressioni ti rimangono?
Di una stagione complicata, sì, ma non da dimenticare, perché mi è servita a capire tante cose. Se riesci a raccogliere qualcosa, tutti gli anni sono importanti. Io penso di essere riuscito a trarre comunque qualcosa di buono.

Dopo i primi test con il team Sic58, quali sono state le tue sensazioni?
Mi sono divertito, questa è la sensazione che ho avuto. Ne avevo voglia, ho fatto due giorni di prove in relax e cercando di capire la moto.

Hai ritrovato la gioia di andare in moto?
Quella non l'ho mai persa, ma stavolta ho avuto delle belle sensazioni sia dal team che dalla moto. Anche nelle piccole cose, come andare a cena con tutti i ragazzi. Sono stati due bei giorni per iniziare: c'è comunque tanto da lavorare, ma sono contento.

C'è un'atmosfera diversa, in questa squadra?
Più italiana.