Wec | 6 Ore del Nürburgring

Rigon guida un gruppo di quattro Ferrari alla 6 Ore del Nürburgring

Il pilota italiano (che non sarà in coppia con Sam Bird, impegnato nella concomitante gara di Formula E, sostituito da Toni Vilander) sarà il protagonista più atteso della tappa tedesca del Mondiale endurance. La casa di Maranello insegue la Ford in classifica costruttori della classe Gte-Pro

NURBURG – Il campionato del mondo endurance torna in pista al Nürburgring dopo la 24 Ore di Le Mans e la Ferrari, che aveva il numero record di vetture schierate nella classica della Sarthe con 11, riprende a contare sulle quattro 488 Gte che sono in gara stabilmente nella più importante serie Gt al mondo. Nella classe Gte-Pro il protagonista più atteso in casa Ferrari è Davide Rigon. Il pilota della vettura numero 71 del team Af Corse è il meglio piazzato nella classifica piloti, trovandosi ad appena undici lunghezze dal trio della Ford formato da Andy Priaulx, Harry Tincknell e Luis Felipe Derani. Sfortunatamente, al contrario, gli zero punti incamerati a Le Mans hanno lasciato più indietro in classifica Alessandro Pier Guidi, che ci descrive la pista nel video sottostante, e James Calado, piloti della vettura numero 51, che però, con sei gare ancora alla conclusione della stagione, hanno tutte le carte in regola per tornare protagonisti.

Concomitanza
Si è detto solo di Davide Rigon e non di Sam Bird: il pilota britannico, infatti, non sarà in gara nella 6 Ore del Nürburgring perché impegnato nell’e-Prix di New York di Formula E. Sulla 488 Gte numero 71 salirà dunque Toni Vilander che rientra dopo aver corso per l’ultima volta nel Mondiale nella 6 Ore del Bahrain 2015. Lotta apertissima anche tra i Costruttori, in cui Ford comanda con 117 punti contro i 109 della Ferrari e 95 dell’Aston Martin. Nella classe Gte-Am, dove la Ferrari ha sbaragliato la concorrenza a Le Mans occupando con le 488 Gte di tre team diversi tutti i gradini del podio, al comando del campionato c’è proprio un equipaggio della Casa di Maranello. Si tratta di Matt Griffin, Keita Sawa e Weng Sun Mok con la vettura numero 61 del team Clearwater Racing che dopo la corsa francese sono riusciti a scavalcare i temibili rivali dell’Aston Martin, Mathias Lauda, Paul Dalla Lana e Pedro Lamy di sei lunghezze. Torna a gareggiare in questa classe il pilota ufficiale di Maranello, Miguel Molina, che a Le Mans era salito sulla vettura 71 e che al Nürburgring sarà nuovamente al fianco di Thomas Flohr e Francesco Castellacci al volante della 488 Gte numero 54 del team Spirit of Race.

Programma
La corsa è prevista per le ore 13 di domenica, con conclusione poco dopo le 19, mentre le qualifiche sono in programma alle 14:55 del sabato. La Ferrari al Nürburgring, nelle sue varie configurazioni, ha vinto quasi settanta volte: la prima risale al 1952 e venne ottenuta da Piero Carini al volante di una 340 America privata, l’ultima tre settimane fa nel campionato Vln grazie alla 488 GT3 del team Wochenspiegel Team Monschau di Oliver Kainz, Georg Weiss e Jochen Krumbach. Lo scorso anno la 488 Gte trionfò qui grazie a Gianmaria Bruni e a James Calado, alla prima vittoria nel Wec.