24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: Che il meteo francese ce la mandi buona

Oggi la pioggia ha regalato due sessioni di prove libere poco significative sul fronte dei risultati. Ma domani il cielo dovrebbe tornare sereno e quindi, con la pista di Le Mans finalmente asciutta, i valori in campo della MotoGP potrebbero risultare nuovamente modificati

LE MANS – Mentre continua l'angosciosa attesa di notizie sulle condizioni fisiche del povero Nicky Hayden, in Francia la MotoGP è tornata in pista per una prima giornata di prove libere condizionata dalla pioggia e dunque foriera di risultati tutto sommato poco significativi: «Le gare continuano e forse è un bene così – racconta il nostro Paolo Beltramo – C'è stata una sessione mattutina con un finale un po' più asciutto, e un pomeriggio bagnato. In queste condizioni il più veloce è stato Andrea Dovizioso, che quasi è riuscito ad entrare tra i primi dieci, ma ha chiuso tredicesimo nella classifica combinata dei due turni. Al mattino, invece, ha prevalso Jack Miller, che in queste condizioni miste di bagnato e asciutto è andato molto forte, come ha dimostrato già di saper fare. Secondo Marc Marquez e terzo Johann Zarco, gasato dal suo pubblico francese. Alle loro spalle molte sorprese tra i primi, per ora qualificati per la fase finale delle qualifiche. Ottavo Valentino Rossi e Maverick Vinales. Fuori, invece, sono sia Dovizioso, come detto, che Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Per loro sarà importante riuscire ad entrare nei dieci nella terza sessione di prove libere di domani mattina, che è prevista asciutta, per saltare l'eliminatoria delle qualifiche. Asfalto nuovo, liscio e senza buche, che tiene bene anche con il bagnato: ma praticamente con l'asciutto vero non si è girato, quindi bisogna aspettare il sabato e sembra che il tempo ce la mandi buona. Per oggi prendiamola un po' così».