24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: A Le Mans con la testa a Nicky Hayden

Mentre in Francia inizia il weekend del Gran Premio, tutto il mondo delle due ruote pensa al povero campione investito ieri mentre si allenava in bicicletta e ora ricoverato all'ospedale di Cesena. A lui hanno rivolto parole dolci tutti i suoi ex colleghi durante la conferenza stampa

MILANO – Mentre in Francia comincia il weekend del Gran Premio, la mente e il cuore di tutti gli appassionati sono ovviamente rivolti verso Cesena, dove all'ospedale si sta consumando la battaglia più importante della vita di Nicky Hayden: «È un'altra giornata difficile – commenta il nostro Paolo Beltramo – A Le Mans si è aperto il weekend del Motomondiale con la conferenza stampa, ma tutti hanno pensato e parlato con parole affettuose, belle e giuste in favore di Nicky, rimasto così gravemente ferito mercoledì verso le 14 mentre si allenava in bicicletta vicino a Misano Adriatico. La dinamica dell'incidente non è ancora chiarissima, anche se sembra impossibile un frontale così come un tamponamento: aspettiamo che le autorità ci comunichino le conclusioni a cui sono giunte. Al suo fianco all'ospedale di Cesena sono arrivati la mamma e il fratello, mentre il papà non ha potuto viaggiare perché recentemente ha avuto un problema abbastanza grave di cuore. Sono lì, sperando che succeda qualcosa che purtroppo al momento è imprevedibile. Le condizioni di Nicky sono state definite dai medici, con l'ultimo bollettino delle 17, gravissime, ha un esteso edema cerebrale con altri edemi sparsi lungo il tronco, e molte fratture al bacino e al femore, che sono però quelle che preoccupano meno. È in coma, non cosciente, e troppo debole per essere operato. Speriamo che il fisico forte, la giovane età (non ha ancora compiuto 36 anni), l'allenamento, il fatto che non avesse né il vizio del fumo né del bere, dunque fosse uno sportivo integerrimo, oltre che un bravissimo ragazzo, una persona per bene, serva a fargli compiere questo passo importante».