26 giugno 2017
Aggiornato 21:00
Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: Così la pioggia (nel deserto) rischia di rovinare il primo GP

Il maltempo insolito per il Qatar ha compromesso i test pre-stagionali di Moto2 e Moto3 e potrebbe fare lo stesso anche per la gara inaugurale della stagione il prossimo weekend: ci sono problemi di sicurezza e approvvigionamento delle gomme

DOHA – L'inverno più freddo da sessant'anni a questa parte in Qatar ha fatto sentire le sue conseguenze anche nell'ultima giornata di test pre-campionato delle classi inferiori prevista proprio per oggi: «Avete presente il deserto? – ci racconta Paolo Beltramo da Doha – Ecco, oggi è stato piovoso, ventoso, con lampi incredibili: anche bellissimi da vedere, ma non ideali per girare in moto. Nessuno ha migliorato i suoi tempi e, nelle ultime due sessioni bagnate, non si è girato proprio». Il problema è che questo meteo avverso, previsto anche per il Gran Premio della prossima settimana, rischia seriamente di compromettere il via della stagione del Motomondiale.

«Dunlop, fornitrice unica per Moto3 e Moto2, non ha portato gomme da pioggia e, da quanto ho saputo, non hanno nemmeno intenzione di portarle nel weekend di gara – prosegue Paolone – Peccato che le previsioni siano di brutto tempo per venerdì, sabato e domenica. Questo sarebbe un grosso problema, perché con le slick sull'acqua non si può girare. Quanto alla pista, un tempo si era detto che di notte con l'acqua non si può correre. Sono state cambiate le lampade, con una luce un po' meno fredda e simile a quella del giorno, così Loris Capirossi, che ci ha girato con una moto sportiva ma non una MotoGP, ha deciso che si può correre con il bagnato. Ma Capirossi ha girato da solo e la pioggia che ha trovato non è detto che sia la stessa di quando ci sarà la gara. Michelin le gomme da bagnato le ha, ma sicuramente è un bel problema. Vedremo che tipo di Gran Premio sarà se davvero dovesse piovere: speriamo di no, che vada tutto tranquillamente, anche perché stiamo tutti aspettando l'inizio della stagione con trepidazione».