Prima giornata di gara per l'appuntamento sudamericano

La fiesta di Cittą del Messico apre il terzo rally del Mondiale

La famosa piazza Zócalo, nel cuore della capitale messicana, ha ospitato le prime due prove speciali, in una cornice unica e davanti a migliaia di spettatori. E il primo leader della gara č Juho Hanninen, su Toyota

CITTÀ DEL MESSICO – Un giovedì sera molto speciale nel centro di Città del Messico, dove la famosa piazza Zócalo è stata trasformata per un giorno in un circuito, facendo riecheggiare tra le sue stradine il rombo dei nuovi superbolidi del Mondiale Rally. Questa cornice unica, circondata da migliaia di spettatori, ha fatto da teatro alle prime due prove speciali del Rally del Messico, sul percorso da 1,57 km su asfalto. E a prevalere è stato il finlandese Juho Hanninen, su Toyota Yaris, grazie al primato nel primo passaggio davanti alla Citroen C3 di Kris Meeke e alla Ford Fiesta di Ott Tanak, pari al secondo posto ad appena 1.6 secondi di distanza. Nella ripetizione il miglior crono è stato invece appannaggio del campione del mondo Sebastien Ogier e della sua Fiesta. Subito dopo i piloti e le auto sono state trasportate di nuovo, via strada o via aerea, a 400 km a sud-est, per la precisione a León, dove ha sede il campo base del rally, che riprende oggi per altre tre giornate di guida massacrante sulle calde e polverose montagne del Guanajuato. La conclusione è prevista per domenica, nel pomeriggio locale.