28 giugno 2017
Aggiornato 19:30
Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: Marc Marquez le suona a tutti. Tranne Valentino Rossi

È solo la prima giornata di test pre-campionato della MotoGP a Phillip Island, ma il campione del mondo ha già rifilato distacchi pesanti ai suoi avversari. Con la sola eccezione del Dottore, vicino a poco meno di due decimi

PHILLIP ISLAND – È solo la prima giornata di test pre-campionato in Australia e Marc Marquez, da grande perfezionista qual è, non si è detto soddisfatto al cento per cento. Eppure il campione del mondo in carica è già stato velocissimo: «Bisogna dire la verità – ammette Paolo Beltramo – Marquez, anche se non ancora del tutto contento dell'elettronica della sua moto, del tempo che ci è voluto a metterla a posto e di tanti altri piccoli particolari, è comunque riuscito ad essere il migliore sia sul passo che sul tempo. Un tempo straordinario, migliore della pole position dell'anno scorso e a tre millesimi dal record in gara». Anche per Valentino Rossi, però, questa è stata una sessione positiva: «Molto vicino a Marc, secondo a 186 millesimi, ha girato bene – racconta Paolone – Ci è arrivato al pomeriggio: la mattina era partita male per lui, poi nella pausa pranzo i meccanici hanno fatto un bel lavoro, la moto è progredita. Ma Vale, sul passo, non si sente ancora molto veloce, ha qualche problema con la gomma usata. Inoltre non ha ancora deciso quale telaio usare, anche se ha buone sensazioni con quello nuovo, e sta usando molto di frequente la carena doppia con le ali integrate». I tifosi italiani possono sorridere anche per il terzo tempo di Andrea Iannone: «Anche lui sotto il muro dell'1:30, ma staccato di oltre quattro decimi da Marquez, che ha dato una bella ripassata a tutti eccetto Valentino. Però mancano ancora due giorni...».