Motori | Superbike

Il meteo di casa gioca brutti scherzi: Ducati distante

Il tempo variabile non aiuta la Rossa di Borgo Panigale ad iniziare bene il suo weekend di gara a domicilio: Marco Melandri è solo settimo, Chaz Davies nono

Marco Melandri in sella alla Ducati nelle prove libere della Superbike a Misano
Marco Melandri in sella alla Ducati nelle prove libere della Superbike a Misano (Agenzia Bonora/Diario Motori)

MISANO ADRIATICO – Il team Ducati è tornato oggi in pista a Misano, teatro del nono appuntamento del campionato mondiale Superbike 2018 e seconda gara di casa dopo Imola, per il consueto venerdì di prove libere. In una giornata contraddistinta da un meteo variabile, sereno al mattino e piovoso al pomeriggio, i piloti hanno lavorato principalmente sulla valutazione dei diversi pneumatici a disposizione tra prima e seconda sessione per poi restare ai box nel corso della terza dal momento che le previsioni indicano pista asciutta per il prosieguo del weekend. Sia Marco Melandri che Chaz Davies hanno guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2, siglando rispettivamente il settimo (1:35.294) e nono (1:35.369) tempo, separati da soli 75 millesimi.

Al lavoro
«È stata una giornata positiva anche se purtroppo abbiamo perso un turno di prove che era abbastanza importante per noi – commenta Macio – Avevamo diverse novità a disposizione dal punto di vista degli pneumatici e non è stato facile trovare il giusto compromesso a livello di assetto. Ci sarebbe servito più tempo, invece ci resta qualche dubbio da toglierci, quindi la quarta sessione sarà fondamentale. Speriamo che le condizioni della pista restino stabili, perché solitamente al mattino si gira più forte. Comunque l’obiettivo resta sempre quello di fare una buona qualifica per poi giocarci al meglio le nostre carte in gara». Aggiunge il suo compagno di squadra gallese: «Avevamo molte opzioni di pneumatici ed abbiamo semplicemente cercato di valutarle tutte. Un po' a sorpresa, ci siamo riusciti anche se siamo stati costretti a procedere rapidamente durante le prove a causa del meteo. Probabilmente in pista volevamo tutti assicurarci di entrare direttamente in Superpole 2 in caso di pioggia. Ho fatto il mio miglior tempo con una gomma nuova, ma non l'opzione che solitamente preferisco. Speravo di fare più giri, ma siamo tutti nella stessa situazione e riproveremo alcune modifiche nel quarto turno per avere un quadro più completo in vista della gara. Comunque siamo piuttosto sicuri della direzione da seguire, il che è positivo».

Baby in crescita
In pista con il Junior Team anche Michael Ruben Rinaldi, capace di togliere oltre un secondo ai propri riferimenti nell’arco della giornata ed autore dell’undicesimo tempo nella classifica combinata. «Oggi è stata una giornata nella quale, nonostante il turno perso per la pioggia, abbiamo lavorato molto – spiega il giovane italiano – Tuttavia, non sono ancora completamente soddisfatto del passo gara. Peccato, perché nella terza sessione avremmo potuto modificare ancora qualcosa per essere più competitivi, e soprattutto provare ad accedere in Superpole 2 direttamente, ma lo valuteremo nel quarto turno. Sono fiducioso, possiamo migliorare ancora». Il Mondiale Superbike tornerà in pista sabato 7 luglio alle 8:45 per la quarta ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e gara-1, con partenza fissata per le ore 13.