MotoGP | Moto2

Bagnaia cala il poker e consolida il comando mondiale

Quarto successo stagionale per Pecco, che domina la gara di Assen dal primo all'ultimo giro e si invola in testa alla classifica con sedici punti di vantaggio

Pecco Bagnaia sul gradino più alto del podio del GP d'Olanda di Moto2 ad Assen
Pecco Bagnaia sul gradino più alto del podio del GP d'Olanda di Moto2 ad Assen (Sky Vr46)

ASSEN – Francesco Bagnaia regala per la quarta volta nella stagione 2018 il gradino più alto del podio allo Sky Racing Team VR46. Ad Assen infatti, dopo aver dominato la gara in solitaria, dalla prima all’ultima curva, è primo sotto la bandiera a scacchi e allunga il vantaggio in campionato sul suo diretto avversario.

Monologo assoluto
Scattato dalla pole position, Pecco subito impone il suo ritmo e apre un varco tra sé e gli inseguitori. Alla testa della corsa per tutti i 24 giri, centra il massimo bottino e con i venticinque punti di oggi mette ben sedici lunghezze tra il suo primato in classifica generale (144 punti) e Miguel Oliveira, secondo (a quota 128). «Siamo arrivati qui con un solo punto di vantaggio su Miguel ed era importante riaprire il margine rispetto a lui in classifica sfruttando il fatto che questa pista mi piace molto e che ben si adatta al mio stile – racconta il pilota torinese – È sempre speciale per me vincere qui ad Assen: devo ringraziare tutto il team perché hanno fatto un gran lavoro, abbiamo fatto un gran passo in avanti in qualifica e oggi siamo stati davvero competitivi. È stata una gara davvero lunga e dura, soprattutto gli ultimi giri, quando, a causa del vento, era difficile gestire la moto nelle curve più veloci. Sono partito forte e il mio obiettivo era di staccare il gruppo e andare via, ci sono riuscito e, nel finale, ho cercato di rimane concentrato per centrare la vittoria e conquistare il massimo dei punti».