Motori | Moto GP Barcellona

Lorenzo e Ducati, separati in casa: «Darò comunque il massimo»

Jorge affronta uno dei suoi GP casalinghi, quello di Barcellona, consapevole che il suo futuro non sarà più rosso: «Ma la vittoria del Mugello ci ha fatto bene»

Jorge Lorenzo e il direttore generale Ducati, Gigi dall'Igna, sul podio del Mugello
Jorge Lorenzo e il direttore generale Ducati, Gigi dall'Igna, sul podio del Mugello (Michelin)

BARCELLONA – Dopo la splendida doppietta di domenica scorsa al Mugello, i piloti della Ducati affrontano ora la settima gara della stagione, in programma questo weekend sulla pista spagnola di Montmeló, nei pressi di Barcellona. Il lunghissimo rettilineo e i numerosi punti di sorpasso rendono il circuito catalano uno dei più spettacolari del calendario ed il Gran Premio di Catalunya attira sempre un pubblico molto numeroso. Al Mugello Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso hanno compiuto un’impresa davvero storica, ottenendo la prima doppietta per la casa italiana sulla splendida pista toscana. Il pilota spagnolo, dopo un’ottima partenza, è rimasto al comando della gara per tutta la sua durata, ottenendo la sua prima vittoria in Ducati proprio davanti al pubblico italiano. «La vittoria del Mugello ha confermato tutto ciò che credevamo fin dall'inizio della stagione e che ho ripetuto molte volte: non eravamo così lontani dall'essere competitivi e vincenti – sorride Por Fuera – Ora abbiamo una chiara linea da seguire e ogni volta mi sento meglio con la mia moto, per cui Montmeló sarà un’altra buona occasione per confermare che possiamo lottare sempre per risultati importanti. Ora che tutti sanno quale sarà il mio futuro per la prossima stagione, posso solo dire di essere totalmente concentrato sul Gran Premio di Catalunya, e che darò il massimo per la Ducati con la consapevolezza che la vittoria in Italia ci ha fatto molto bene per il morale. Montmelò è un circuito che amo, è la mia pista di casa, e questo dà sempre una motivazione in più».

Dovizioso a caccia del bis per il Mondiale
Sempre al Mugello, Dovizioso ha approfittato invece del passo falso del capoclassifica Marc Marquez per diminuire il suo distacco nella classifica generale. Tre settimane fa entrambi i piloti Ducati avevano preso parte a una giornata di test sul circuito catalano, ottenendo una serie di indicazioni interessanti per il GP in condizioni che non dovrebbero essere molto diverse da quelle di questo weekend. «Nelle ultime tre gare ci siamo giocati la vittoria su tre piste completamente differenti e quindi so che stiamo lavorando bene e che siamo veloci – conferma Desmodovi – Dobbiamo continuare a stare tranquilli perché in ogni gara succedono tante cose e quindi bisogna essere sempre lucidi per portare a casa il miglior risultato possibile. Nel test di Barcellona, ma anche in quello del Mugello, eravamo stati leggermente più lenti dei nostri rivali, ma in MotoGP è chiaro che il tempo sul giro singolo non è così importante, e quindi andiamo a Barcellona molto carichi e fiduciosi». L’anno scorso fu Andrea Dovizioso a trionfare nel Gran Premio di Catalunya, aggiudicandosi la seconda delle sue sei vittorie del 2017, mentre Jorge Lorenzo dopo una bella rimonta arrivò al quarto posto. Quattro vittorie negli ultimi otto anni sono l’ottimo palmarès del pilota maiorchino sul tracciato catalano. Il programma del Gran Premio de Catalunya inizierà venerdì mattina con la prima sessione di prove libere alle 9:55 mentre la gara, sulla distanza di 24 giri, è prevista per domenica alle ore 14.