Motori | Moto3 Junior

Primo podio per l'allievo thailandese del team di Valentino Rossi

In gara-1 del Mondiale Junior Cev in Spagna, Apiwath Wongthananon conquista il suo primo podio in assoluto con il team Sky Vr46: «Sono molto felice»

Apiwath Wongthananon nel box del team Sky Vr46 a Barcellona
Apiwath Wongthananon nel box del team Sky Vr46 a Barcellona (Sky Vr46)

BARCELLONA – Apiwath Wongthananon, il pilota thailandese del team VR46 Mastercamp, è protagonista della tappa spagnola del Mondiale Junior Cev, conquistando il terzo posto in gara-1. Per Apiwath questo è il primo podio assoluto in questo importante campionato. Un risultato arrivato dopo l’ottimo esordio dello scorso anno e dopo una crescita costante nelle prime quattro gare stagionali. Nonostante la difficoltà nel trovare il giro perfetto durante le qualifiche, a causa del tanto traffico in pista, Apiwath è riuscito fare una grande partenza e a portarsi subito in testa. Il buon passo ha fatto si che potesse lottare con il gruppo dei primi per tutta la gara, fino a chiudere in terza posizione. Più complicata gara-2 a causa di due bandiere rosse che hanno ridotto la gara a soli sei giri. Nonostante la buona partenza e il buon ritmo, partendo piuttosto arretrato, Apiwath non è riuscito ad andare oltre l’ottavo posto finale. «Io sono molto felice di questo weekend – commenta il giovane pilota asiatico – Sono davvero molto felice. Abbiamo lavorato molto per arrivare fino a qui. In qualifica purtroppo non sono riuscito ad ottenere una buona posizione di partenza ma in gara ero molto veloce e sono riuscito a raggiungere subito il gruppo di testa. Ho lottato fino alla fine e andare sul podio è stato incredibile. Volevo riprovarci in gara-2 ma le bandiere rosse hanno diminuito il numero di giri e non sono riuscito a guadagnare troppo posizioni. Sono comunque molto felice e ringrazio tutto il team!».

Festeggia la squadra
Il prossimo appuntamento è in programma sul circuito di Aragon, in Spagna, il prossimo 29 luglio. «Siamo molto contenti di questo primo podio di Apiwath con il VR46 Master Camp Team – analizza il team manager Luca Brivio – Questo è il raggiungimento di un importante obiettivo dopo un anno e mezzo di lavoro insieme a lui. Sono molto felice e devo ringraziare tutto il team ma sopratutto Apiwath perché non siamo stati troppo fortunati in questo anno e mezzo, ma sapevamo il potenziale di Apiwath. Qua a Barcellona tutto è andato come doveva andare. In qualifica non era riuscito a mettere insieme il suo giro veloce, ma in gara è stato perfetto, raggiungendo il gruppo di testa per poi andare a podio. In gara-2 è stato penalizzato dalle cadute e dalla gara di soli sei giri, perché aveva sicuramente il passo per tornare a lottare con i primi. Siamo molto contenti di questo weekend, perché ha dato molto energia a tutti in previsione dei prossimi appuntamenti».