Motori | Superbike

Davies, un podio che salva un weekend: la Ducati recupera punti

Il gallese ribalta un fine settimana nato male conquistando il terzo posto in gara-2, e mettendosi dietro pure il diretto rivale per il Mondiale Jonathan Rea

Chaz Davies sul podio di gara-2 della Superbike a Brno
Chaz Davies sul podio di gara-2 della Superbike a Brno (Ducati)

BRNO – Dopo il secondo posto di Marco Melandri in gara-1, il team Ducati è tornato sul podio in gara-2 a Brno (Repubblica Ceca) grazie al terzo posto ottenuto da Chaz Davies. Il gallese ha fatto un passo avanti netto rispetto alla gara di ieri e, dopo una buona partenza dalla seconda fila, è riuscito a liberarsi in fretta dal gruppo degli inseguitori e difendere la terza posizione fino alla bandiera a scacchi. «Oggi abbiamo finalmente fatto un passo avanti dopo due giorni difficili, nei quali abbiamo faticato con l'assetto e la mancanza di aderenza – ha spiegato Chaz – Anche se non ero ancora del tutto a mio agio, è stato abbastanza per consentirmi di difendermi e non accusare un calo sul finale. Naturalmente vogliamo fare di più, ma sono molto felice di essere tornato sul podio. È importante per il morale della squadra, continueremo a dare il massimo senza mai mollare. Questo è il mio grazie per tutti loro. Abbiamo recuperato punti in campionato, ma la priorità resta quella di ritrovare il feeling ottimale e sono fiducioso che presto ci riusciremo».

Melandri, che iella!
Gara sfortunata per Melandri, che dopo una partenza al fulmicotone dall’ottava posizione era riuscito a prendere rapidamente il comando con diversi sorpassi spettacolari prima di essere costretto a sfilare nella via di fuga a causa di un problema al pedale del freno posteriore. Rientrato in pista, il ravennate ha comunque siglato il giro veloce in 2:00.176 e rimontato fino alla quindicesima posizione. «Guardando al nostro passo in gara oggi, era più che sufficiente per garantirci la vittoria, quindi finire quindicesimo sicuramente lascia l'amaro in bocca – commenta Macio – Abbiamo avuto molta sfortuna, perché mi sentivo davvero bene in sella e, una volta preso il comando, volevo dare lo strappo decisivo ma alla curva 3 ho rotto il pedale del freno posteriore e sono stato costretto ad andare nella via di fuga. Dopo, ho voluto comunque finire la gara per raccogliere informazioni importanti in vista di Laguna Seca. Guardando al lato positivo, abbiamo ripreso fiducia dopo aver migliorato la stabilità della moto quindi non vedo l'ora di tornare in pista a Laguna Seca, dove sicuramente potremo toglierci delle soddisfazioni».

Rinaldi continua a crescere
Michael Ruben Rinaldi, in pista con il Junior Team, ha invece ottenuto il suo miglior risultato fin qui in Superbike chiudendo al sesto posto, primo tra i piloti indipendenti. «Il risultato di oggi, il migliore di quest'anno fin qui, è un bellissimo modo di chiudere un weekend non facile – racconta il giovane italiano – Ieri eravamo veloci ma sono caduto, e questa mattina nel warm up abbiamo fatto un altro passo avanti. La gara è stata divertente, ma nei giri finali ero in crisi con le gomme anche perché le temperature erano salite ancora, quindi ho semplicemente cercato di non fare errori pensando che la sesta posizione poteva andare bene. Salteremo Laguna Seca ma farò il tifo da casa e non vedo l'ora di tornare in pista a Misano». Dopo sette round, Davies (205 punti) e Melandri (157 punti) sono rispettivamente secondo e quinto in classifica, mentre Rinaldi (54 punti) è quattordicesimo. «La gara di oggi ci lascia soddisfatti a metà – conclude il coordinatore tecnico Marco Zambenedetti – Chaz è riuscito a migliorare il feeling rispetto a ieri cogliendo un podio importante, mentre a Marco è sfuggita una probabile vittoria per circostanze sfortunate. Faremo del nostro meglio perché entrambi possano giocarsi al meglio le rispettive carte a Laguna Seca». Il Mondiale Superbike tornerà in pista a Laguna Seca (Stati Uniti) per l’ottavo appuntamento, in programma dal 22 al 24 giugno.