Motori | Superbike

Jonathan Rea nella storia: diventa il più vincente di sempre

Con il trionfo in gara-1 in Repubblica Ceca, il campione della Kawasaki raggiunge quota 60 successi nelle derivate di serie, superando 'King' Carl Fogarty

Jonathan Rea festeggia la vittoria in gara-1 della Superbike a Brno
Jonathan Rea festeggia la vittoria in gara-1 della Superbike a Brno (Superbike)

BRNO – Oggi il pilota nordirlandese Jonathan Rea (Kawasaki), vincendo gara-1 del campionato mondiale Superbike che si corre nel fine settimana presso il circuito ceco di Brno, è diventato il pilota ad avere vinto più gare nel campionato per derivate dalla serie. Con questa vittoria infatti Rea ha portato a quota 60 le gare vinte battendo il record storico di 59 vittore detenuto dal quattro volte campione del mondo 'King' Carl Fogarty. Questo è il sesto successo stagionale per Jonathan Rea che, pur non essendo riuscito a contrastare il compagno di squadra Tom Sykes nel corso della Superpole, scattando dalla seconda posizione in griglia ha preso subito la testa della corsa precedendo sul traguardo l’italiano Marco Melandri e il compagno di squadra Sykes.

La cronaca di gara
In gara-1 Tom Sykes (Kawasaki) parte bene dalla pole position ma è il compagno di squadra Jonathan Rea a rubargli subito la leadership della corsa. Alle loro spalle Alex Lowes (Yamaha) che ha preso il via dalla quarta casella e ha subito superato Marco Melandri (Ducati), quest’ultimo scivolato in quarta posizione. Al secondo Jordi Torres (Mv Agusta) finisce sulla ghiaia ed è costretto ad abbandonare la corsa, nel frattempo il quartetto di testa è racchuso in sette decimi di distacco. Nel giro successivo Melandri riesce a sopravanzare Lowes riconquistando la posizione persa in partenza. Una caduta di Michael Ruben Rinaldi alla fine del terzo giro costringe i commissari ad esporre la bandiera rossa per fermare la gara. Viene stabilità la procedura di ripartenza rapida e i piloti sono chiamati ad effettuare ancora 17 giri. Alla ripartenza i semafori vengono accessi prima che tutti i piloti si siano schierati in griglia e quindi la procedura viene annullata e la gara ridotta di un ulteriore giro. Alla successiva ripartenza ancora una volta Jonathan Rea riesce a superare il compagno di squadra Tom Sykes poco dopo il via e anche Lowes scatta meglio di Melandri rubandogli nuovamente la terza posizione. Ottima partenza anche per Chaz Davies che dalla nona casella in griglia si porta in quinta posizione alle spalle del compagno di squadra. Nel frattempo Rea riesce ad accumulare un vantaggio di un secondo sul terzetto che lo insegue. È lotta a tre tra Sykes, Lowes e Melandri per il secondo, terzo e quarto posto. Nel corso del secondo giro Melandri riesce a sorpassare Lowes riportandosi in terza posizione e poco dopo anche Michael Van Der Mark riesce a superare il suo compagno di squadra. Poco dopo Melandri riesce a sopravanzare anche Sykes e a portarsi in seconda posizione mentre il pilota inglese della Kawasaki deve difendersi dagli attacchi dei piloti Yamaha Lowes e Van Der Mark. Intanto ad animare la corsa è la battaglia accesa tra Laverty e Davies per il sesto posto, alla fine ad avere la meglio sarà proprio il pilota nordirlandese dell’Aprilia. La gara si conclude con la vittoria, la sessantesima in campionato, di Jonathan Rea che taglia il traguardo al primo posto con un vantaggio di oltre cinque secondi su Marco Melandri e di oltre sette secondi su Tom Sykes.