Motori | F1 GP Spagna

Qualifiche amare per la Ferrari: «Ma la Mercedes non è imbattibile»

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen si fermano alla seconda fila della griglia di partenza, battuti dai due rivali delle Frecce d'argento: «Però la gara sarà lunga»

Sebastian Vettel dopo il terzo posto nelle qualifiche del GP di Spagna di F1 a Barcellona
Sebastian Vettel dopo il terzo posto nelle qualifiche del GP di Spagna di F1 a Barcellona (Ferrari)

BARCELLONA – La sessione di qualifica di oggi si è conclusa per la Scuderia Ferrari con la terza e quarta posizione sulla griglia di partenza, rispettivamente con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Dopo aver terminato la seconda eliminatoria su pneumatici morbidi, meno inclini a perdere prestazione in gara, entrambi hanno optato per la stessa mescola supersoft per il loro ultimo tentativo di qualifica, scelta condivisa oggi da altri piloti.

La corsa è domani
Seb ha commentato: «In generale penso che sia stata una sessione tranquilla. La macchina si è comportata bene e non avevamo tanto da fare. Questa mattina è andata abbastanza bene e abbiamo cercato di trovare la giusta direzione. In qualifica non siamo andati male; poi nella fase finale durante il mio primo tentativo ho bloccato le gomme alla curva 1, così già al mio primo settore non ero veloce. Ho cercato di recuperare e combattere per la pole, ma non è stato sufficiente. Non avevo un buon feeling con gli pneumatici, che si sono comportati in modo diverso per tutto il weekend. Anche se sembrano quelli di prima, sono comunque più duri. Ad ogni modo, è lo stesso per tutti. Senza dubbio non sono del tutto soddisfatto, ma ci aspettavamo che la Mercedes fosse più forte qui. La terza posizione in griglia non è male per partire. Domani ci concentreremo sulla partenza prima di tutto, poi si vedrà. Sarà una lunga gara e anche gli pneumatici andranno gestiti. Anche se la partenza non dovesse andare a nostro favore, penso che comunque abbiamo una macchina forte per combattere in tutta la gara. Credo che domani sarà una gara interessante e saremo vicini, come è accaduto nelle ultime gare. Non vedo l’ora di iniziare il Gran Premio di Spagna e spero che la gente si diverta».

Raikkonen non contento
«È stata una qualifica difficile e non ideale – ha commentato Kimi – Nella fase finale durante il mio primo tentativo con pneumatici supersoft ho commesso un errore alla curva 1 e sono andato largo; ovviamente questo ha complicato il mio giro. A quel punto ero in una posizione in cui non avevo nulla da perdere; così abbiamo deciso di provare qualcosa di diverso. Nella seconda eliminatoria le morbide andavano bene, così abbiamo deciso di usarle nel mio ultimo tentativo. Alla fine siamo riusciti a fare un lavoro discreto, ma ovviamente non siamo del tutto soddisfatti del risultato. È difficile prevedere quello che accadrà in gara, soprattutto per me, considerando che ieri non sono riuscito a fare simulazioni. Cercheremo di partire bene e vedremo come proseguirà la corsa».