Motori | Mercato piloti F1

Hamilton blindato, Ricciardo conteso (tra Ferrari, Mercedes e Red Bull)

Poche, ma pesanti, le trattative di mercato piloti aperte in queste settimane: il campione del mondo in carica resterebbe a Stoccarda, mentre Daniel è corteggiato

Daniel Ricciardo e Lewis Hamilton
Daniel Ricciardo e Lewis Hamilton (Red Bull)

ROMA – Sono poche, ma decisamente pesanti, le tessere ancora da collocare nel mosaico del mercato piloti 2019. La prima è naturalmente quella del campione del mondo in carica Lewis Hamilton, il cui rinnovo con la Mercedes negli ultimi mesi era sorprendentemente apparso più in bilico del previsto. Non tanto perché il pilota anglo-caraibico pensasse di passare a qualche altra squadra, ma piuttosto perché stava seriamente valutando l'idea di ritirarsi dalla Formula 1 ad un'età non troppo avanzata, seguendo l'esempio del suo ex compagno di squadra e rivale Nico Rosberg.

Hamilton verso la riconferma
Un'idea che però, almeno per il momento, Hamilton avrebbe accantonato. Eloquenti, in tal senso, appaiono infatti le parole che ha pronunciato negli ultimi giorni: «La mia speranza per il futuro è di continuare con loro – rivela il quattro volte iridato – Vorrei davvero portare questo team là dove non è mai stato. Voglio far parte di questo viaggio per rendere la Mercedes la scuderia di Formula 1 più vincente della storia. Voglio spingere i limiti più in là possibile, nell'arco della mia vita da pilota, in modo che coloro che vorranno raggiungermi ci metteranno molto, molto tempo. Penso che questo infastidirebbe molto le macchine rosse e la squadra rossa: questo è il mio obiettivo». Lewis sembra dunque destinato a concordare un nuovo contratto a lungo termine con le Frecce d'argento, la cui firma è stata per ora rimandata, ma solo perché ci sarebbero dei dettagli ancora da definire.

Ricciardo ancora indeciso
Molto più aperto è invere il futuro di Daniel Ricciardo. Il vincitore dell'ultimo Gran Premio in Cina, secondo voci di paddock sempre più pressanti, avrebbe infatti già siglato un precontratto con la Ferrari per sostituire Kimi Raikkonen dalla prossima stagione, e avrebbe tempo fino a fine giugno per trattare le condizioni di un accordo vero e proprio. «Non voglio firmare nessun contratto con un termine troppo lungo, perché non so dove andrà questo sport – ha recentemente spiegato il pilota australiano ai microfoni del Times – Credo che due anni sia una durata che mi possa soddisfare, poi vedremo». Ma la strada che lo porterebbe alla Rossa non è l'unica che si apre davanti a Daniel: interessate a lui sono infatti anche la Mercedes e, ovviamente, la sua attuale squadra, la Red Bull. «Dovremmo prendere una decisione entro la pausa estiva, al massimo: non voglio aspettare per sempre – ha chiarito il team principal dei Bibitari, Christian Horner, alla rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport – Abbiamo altre buone opzioni. La nostra priorità è continuare a lavorare con Daniel, ma se non ci riuscissimo valuteremmo le alternative. La più ovvia è Carlos Sainz, che è sotto contratto con noi, ma poi abbiamo anche altri giovani piloti».