MotoGP | Moto GP Austin

Marquez cade e scende dal trono di Austin: ne approfitta Iannone

Solo una scivolata a venti minuti dalla fine toglie a Marc il comando della seconda sessione di prove libere. Così in testa chiude il nostro Andrea, Rossi 4°

Marc Marquez in sella alla sua Honda durante le prove libere del GP delle Americhe di Austin
Marc Marquez in sella alla sua Honda durante le prove libere del GP delle Americhe di Austin (Michelin)

AUSTIN – Solo una caduta riesce a strappare a Marc Marquez la prima posizione ad Austin. Il campione del mondo ha dominato in lungo e in largo anche tutta la seconda sessione di prove libere del Gran Premio delle Americhe, prima di perdere l'anteriore della sua Honda alla curva 11, a venti minuti dalla fine del turno. Il pilota spagnolo è riuscito a risalire in moto e a tornare ai box, ma il comando della classifica era ormai destinato a sfuggirgli: e, a sorpresa, a conquistarlo è stato Andrea Iannone, anche se per appena 56 millesimi.

Seguono le Yamaha
Alle spalle di Marquez, in terza posizione si è piazzata la Yamaha di Maverick Vinales, a poco più di due decimi dalla vetta, davanti al suo compagno di squadra Valentino Rossi, quarto. Il leader del Mondiale Cal Crutchlow è quinto, con la Honda satellite, davanti alla seconda Suzuki di Alex Rins (sesto) e alle due Ducati di Jorge Lorenzo (settimo) e Andrea Dovizioso (ottavo). Quanto all'altro pilota ufficiale Honda Dani Pedrosa, durante la sessione è stato visto flettere il polso fratturato e scuotere la testa per il dolore: al termine della sessione ha concluso decimo, alle spalle della Aprilia di Aleix Espargaro.