Formula 1 | F1 GP Cina

Strategia e sorpassi, per Ricciardo è trionfo show: «Mai vittorie noiose!»

Tempismo perfetto nel rientro ai box sotto safety car e tre attacchi riusciti su Raikkonen, Vettel e Bottas: così Daniel è tornato al successo a Shanghai

Daniel Ricciardo festeggia la vittoria nel GP di Cina di F1
Daniel Ricciardo festeggia la vittoria nel GP di Cina di F1 (Red Bull)

SHANGHAI – Trionfa Daniel Ricciardo nel Gran Premio della Cina, terza prova del Mondiale di Formula 1. Sul podio salgono anche Valtteri Bottas e Lewis Raikkonen con Lewis Hamilton quarto e Max Verstappen quinto, ma la scena di oggi è tutta della Red Bull e dell'australiano, che sfrutta un azzeccato cambio gomme in regime di safety car e con tre super sorpassi vince il GP. Dopo una partenza con un Vettel molto aggressivo che chiude le porte a Raikkonen che sfila fino alla quarta piazza superato da Bottas e Verstappen, il primo momento chiave della gara è stato alla prima sosta. Bottas si ferma un giro prima rispetto a Vettel per montare la gomma bianca: quel giro con la mescola nuova basta al finlandese, che rimonta 3.4 secondi a Vettel, prendendosi la prima posizione complice anche un pit stop un po' lento per il tedesco. La Ferrari a questo punto tiene in pista Raikkonen per frenare Bottas, che riesce però a superare anche l'altro ferrarista.

Rimonta folgorante
Al giro 31, però, la safety car che decide il Gran Premio, entrata in pista per via dell'incidente fratricida tra le Toro Rosso: le due Red Bull rientrano subito per cambiare le gomme ed è Ricciardo show. Raikkonen, Vettel, Bottas, uno dopo l'altro, crollano tutti sotto i suoi sorpassi. «Evidentemente non riesco a vincere gare noiose – parola del vincitore del GP della Cina Daniel Ricciardo – Certo è stata una vittoria totalmente inattesa. Ieri temevo di non entrare neanche in griglia, ma i ragazzi ai box hanno fatto un grande lavoro per sostituire il mio motore rotto e farmi disputare le qualifiche. Anche oggi sono stati grandi, facendoci fare il doppio pit stop in regime di safety car. È stata una mossa decisiva, che ci ha permesso di vincere». Quanto ai sorpassi sulle Mercedes aggiunge: «In certi casi bisogna cercare di seguire il tuo istinto. Con le gomme morbide sapevo di poter ritardare di più la frenata e sfruttando questa manovra sono riuscito a superare Hamilton. Poi con Bottas è stata una lotta dura, ma credo corretta».

(Fonte: Askanews)