MotoGP | Moto GP Argentina

Con il bagnato crescono le speranze di Dovizioso (ma non di Lorenzo)

Andrea si qualifica ottavo: «Con l'acqua siamo messi abbastanza bene, e in gara dovrebbe piovere». Ma Jorge si ferma alle eliminatorie: «Spero nell'asciutto»

Andrea Dovizioso in sella alla Ducati nelle qualifiche in Argentina
Andrea Dovizioso in sella alla Ducati nelle qualifiche in Argentina (Ducati)

TERMAS DE RIO HONDO – Una leggera pioggia ha accolto questa mattina i piloti della MotoGP sul circuito di Termas de Rio Hondo e le condizioni meteo non sono cambiate durante tutta la giornata. Le terze prove libere non hanno quindi consentito a nessun pilota di migliorare i propri tempi per cui sia Dovizioso che Lorenzo hanno dovuto prendere parte alla sessione eliminatoria nel primo pomeriggio. Il pilota italiano è riuscito a passare il primo turno con il secondo miglior crono, mentre Lorenzo si è dovuto accontentare della quarta posizione, e quindi partirà dalla quinta fila per la gara di domani. «È stato un altro giorno difficile per noi – ammette Por Fuera – Questa mattina le condizioni erano molto particolari, con la pista mezza asciutta e mezza bagnata, ed abbiamo faticato a trovare un buon feeling. Nel pomeriggio, con il tracciato più bagnato, siamo riusciti ad essere abbastanza veloci e nell'eliminatoria, quando sulla pista si era ormai formata una traiettoria quasi asciutta, ero primo fino al rientro ai box. Purtroppo, a causa di un malinteso con la mia squadra che mi ha montato una gomma posteriore morbida invece che media, ho migliorato il mio crono solo di mezzo secondo e non è stato sufficiente per passare alla fase finale. In ogni caso speriamo che domani non piova, in modo da poter sfruttare al meglio il warm up per migliorare la moto per la gara».

Dovizioso passa il turno
Durante la fase finale il tracciato, che si stava asciugando ma aveva ancora il terzo settore molto bagnato, ha consigliato a tutti i piloti una prima uscita con gomme da bagnato e Andrea Dovizioso ha poi proseguito per tutta la sessione con questa soluzione facendo segnare l’ottavo tempo (1:48.247), che gli è valso la partenza in terza fila nel GP della Repubblica Argentina. «Oggi la situazione non era affatto semplice, perché piovigginava a tratti e il tracciato era molto insidioso – commenta Desmodovi – Questa mattina siamo stati bravi a lavorare con calma e oggi pomeriggio, nonostante i problemi di pattinamento in curva, ho disputato delle buone qualifiche montando nella fase finale le gomme da asciutto già usate in eliminatoria, e quindi sono contento di partire in terza fila domani. Con il bagnato siamo messi abbastanza bene ma molto dipenderà dalla quantità di acqua sulla pista, se domani dovesse piovere, come sembra. Sono molto soddisfatto del lavoro del mio team perché, nonostante una giornata difficile ieri, oggi siamo riusciti a migliorare decisamente la situazione». Spettacolare pole position per Jack Miller, con la Ducati del Pramac Racing Team, che ha azzardato la seconda uscita con pneumatici slick ed è riuscito a guidare magistralmente la sua Desmosedici GP attraverso le insidie del tracciato argentino conquistando il miglior crono in 1:47.153.