MotoGP | Gran Premio di Valencia

Marquez fuori pista, Dovizioso a terra: lo spagnolo campione col brivido

Gli ultimi giri della gara decisiva non risparmiano i colpi di scena: Marc chiede troppo alla sua Honda e finisce largo, ma poco dopo Andrea scivola. Il Cabroncito al sesto titolo

Marc Marquez in sella alla sua Honda a Valencia
Marc Marquez in sella alla sua Honda a Valencia (Red Bull)

VALENCIA – I colpi di scena arrivano tutti a sei giri dalla fine. Marc Marquez, che fino a quel momento, era rimasto tranquillo in una seconda posizione che gli avrebbe consentito di blindare comunque il Mondiale, tenta il colpaccio: superare anche Johann Zarco e vincere in una botta sola gara e titolo. Invece esagera ancora una volta, prova la staccata impossibile alla prima curva e finisce largo, salvando davvero per un soffio la sua moto dalla scivolata. Sembrerebbe quel miracolo di cui aveva bisogno Andrea Dovizioso per riaprire i giochi, ma l'illusione dura poco: qualche curva più tardi, infatti, anche il forlivese della Ducati finisce fuori pista. E si deve ritirare, abbandonando definitivamente tutti i sogni di gloria.

Ducati out
Forse la colpa è del nervosismo accumulato in venticinque giri passati alle spalle del compagno di squadra Jorge Lorenzo che, nonostante i numerosi e inequivocabili segnali giunti dal box, non ne voleva proprio sapere di lasciar passare la Desmosedici gemella in lotta per l'iride. Alla fine anche Por Fuera, peraltro, ha concluso la sua corsa nella ghiaia, poco prima del suo vicino di box. La bandiera a scacchi saluta dunque la seconda Honda di Dani Pedrosa, che taglia per primo il traguardo davanti a Zarco, superato proprio negli ultimi passaggi, e allo stesso Marquez. Alex Rins porta la Suzuki ad una sorprendente quarta posizione, alle sue spalle Valentino Rossi che ha tratto il massimo da una deludente Yamaha, e l'altro italiano Andrea Iannone. Il gran finale in casa, insomma, incorona Marc Marquez campione del mondo per la sesta volta, e non si può proprio dire senza merito.