Moto3 | Gran Premio del Giappone

Lo Sky Vr46 danza sotto la pioggia: doppietta Bulega-Migno

A Motegi, Nicolò e Andrea sono al primo e secondo posto nella classifica combinata di giornata dopo le prime libere della classe inferiore. Buon inizio anche per l'altro italiano Romano Fenati, del team Snipers, che si piazza terzo con il miglior tempo nella seconda sessione del pomeriggio

Andrea Migno e Nicolò Bulega nel venerdì bagnato del GP del Giappone
Andrea Migno e Nicolò Bulega nel venerdì bagnato del GP del Giappone (Sky Vr46)

MOTEGI – In un weekend dove probabilmente il maltempo sarà ancora una volta la vera incognita, i giovani piloti dello Sky Racing Team VR46 interpretano nel migliore dei modi le insidiose condizioni del Twin Ring di Motegi e chiudono il venerdì di libere nelle posizioni di vertice. Nicolò Bulega, con il suo 2:09.577, siglato sotto la pioggia battente della sessione del mattino, è il più veloce sul tracciato giapponese: «Un ottimo inizio fin dalle prime prove libere – spiega Bulega – Con pista molto bagnata, ho trovato subito tanta aderenza e questo mi ha permesso di riuscire a guidare come volevo. Ho cercato di fare il passo e sono rimasto in pista per gran parte della sessione. Nel pomeriggio, con meno acqua sull'asfalto, la sensazione è stata leggermente differente, ma nel complesso chiudo una giornata più che positiva».

Soddisfazione nel team di Valentino Rossi
Ad inseguirlo, con un divario di solo un decimo, il suo compagno di squadra Andrea Migno con un buon 2:09.705: «Un bel lavoro di squadra: fin dalle prime battute ho avuto un ottimo feeling alla guida e sono riuscito ad impostare il mio ritmo anche su pista completamente bagnata. Un buon inizio anche in previsione del meteo dei prossimi giorni. Abbiamo sfruttato a pieno le due sessioni di oggi, riuscendo a stare in pista per gran parte del tempo, per cercare di affrontare nel migliore dei modi le condizioni molto particolari dell'asfalto». Conclude il team manager Pablo Nieto: «Non posso che essere contento del risultato di oggi: i nostri piloti occupano le prime due caselle della classifica combinata dei tempi e hanno dimostrato di avere molta confidenza sul bagnato su questo tipo di tracciato. Un'ottima notizia considerando le previsioni meteo per le prossime ore. Detto questo però, siamo solo al primo giorno di lavoro su questa pista e ci sono ancora margini di miglioramento».

Fenati è lì
Romano Fenati detta invece il ritmo nel secondo turno della prima giornata di prove libere. Suo il miglior tempo della seconda sessione (2:10.628), ottenuto in condizioni di pista difficili dovute alla mancanza di aderenza rispetto al turno della mattina dove Romano era riuscito ad ottenere un buon 2:09.896, che gli era valso il terzo tempo. «Partiamo bene perché abbiamo un bel feeling col bagnato – commenta il pilota del team Snipers – Ma bagnato o asciutto non mi importa, domenica sarà importante salire sul podio per non perdere la possibilità di lottare per il campionato! Questo è l’obiettivo».

Romano Fenati in pista a Motegi
Romano Fenati in pista a Motegi (Snipers)