Formula 1 | Gran Premio di Singapore

Hamilton miracolato, vince pure se la Mercedes non va: «Che fortuna!»

Era la gara più difficile dell'anno per la sua macchina, eppure Lewis è riuscito a trionfare lo stesso e ad andare in fuga in campionato, dove ora vanta ben 28 punti di vantaggio. Merito della carambola al via che ha messo fuori entrambe le Ferrari: «Oggi sicuramente il cielo mi ha benedetto...»

Lewis Hamilton su Mercedes in testa al GP di Singapore
Lewis Hamilton su Mercedes in testa al GP di Singapore (Pirelli)

SINGAPORE – Adesso dovrà offrire da bere a Max Verstappen. È tutto merito (indirettamente) del baby olandese se il Gran Premio di Singapore, per Lewis Hamilton, si è trasformato da un potenziale disastro in un autentico trionfo. Il suo diretto avversario nella volata mondiale, Sebastian Vettel, è stato infatti fatto fuori fin dal primo giro dalla carambola innescata dalla Red Bull. Lui, invece, è stato furbo a tenersi fuori dai guai, optando prudentemente per la traiettoria esterna (sia al via che nel rettilineo successivo, quando la Ferrari del tedesco davanti a lui perdeva olio). E, da lì in poi, ritrovatosi al comando, la sua gara si è trasformata in una cavalcata trionfale. Davvero inaspettata, in un circuito in cui la sua Mercedes si era rivelata la meno veloce delle tre monoposto di testa, tanto che scattava dalla quinta posizione in griglia di partenza.

Successo prezioso
Con una grossa mano dalla dea bendata, dunque, il campione anglo-caraibico festeggia la terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque gare. E, complice lo zero forzato del suo rivale, allunga a ben 28 punti il suo vantaggio in classifica generale. Ormai si può parlare di autentica fuga. «Chiaramente ieri avevo fatto fatica, ma non avevo idea di cosa sarebbe successo oggi – racconta il tre volte iridato – Ho cercato di rimanere concentrato sulla vittoria e di provare a rimontare fino alle posizioni di testa. Quando ho visto che iniziava a piovere, sapevo che queste sarebbero state le condizioni ideali per me: la macchina sull'asciutto non andava, ma sul bagnato avevo il passo giusto. Ovviamente, poi, sono stato molto fortunato per quello che è successo alle Ferrari alla partenza...». Già. Ventiquattr'ore fa, dopo le qualifiche, il tre volte iridato aveva ammesso che gli sarebbe servito un miracolo per limitare i danni in questo fine settimana. Ebbene, il tanto atteso miracolo è effettivamente arrivato: «Oggi sicuramente il cielo mi ha benedetto... – conclude Hamilton – Ho tratto vantaggio da quell'incidente, chi avrebbe mai pensato che sarebbe accaduto? Provo una grande gratitudine, non potrei essere più felice: per le Ferrari è stata una sfortuna, ma per noi un grande risultato!».

Hamilton festeggia con il team Mercedes dopo aver vinto la gara
Hamilton festeggia con il team Mercedes dopo aver vinto la gara (Red Bull)