Superbike | Portimao

Melandri è già in scia al leader Rea, Davies subito dietro

In testa alla prima giornata di prove libere del Mondiale delle derivate di serie in Portogallo c'è sempre la Kawasaki. Ma i due piloti della Ducati sono secondo e terzo alle sue spalle. Particolarmente soddisfatto il ravennate, che in mattinata era stato anche vittima di un problema tecnico

Marco Melandri, secondo nelle prove libere a Portimao
Marco Melandri, secondo nelle prove libere a Portimao (Ducati)

PORTIMAO – Il team Ducati è tornato in azione a Portimão (Portogallo), teatro del decimo round del campionato mondiale Superbike, per le consuete sessioni di prove cronometrate del venerdì. Sia Marco Melandri che Chaz Davies hanno vissuto un primo giorno positivo sul tracciato dell’Algarve, chiudendo rispettivamente in seconda e terza posizione nella classifica combinata dei tempi. L’italiano, che ha potuto percorrere solo una manciata di giri al mattino a causa di un problema tecnico, si è prontamente riscattato nella sessione pomeridiana siglando un 1:43.207, che gli è valso il secondo posto a 586 millesimi dal miglior tempo provvisorio di 1:42.621 di Jonathan Rea. «Sicuramente è stata una giornata positiva – commenta Macio – Correre a Portimão è sempre speciale, il posto è stupendo e la pista è davvero divertente. Abbiamo dovuto rimboccarci le maniche dopo aver perso il primo turno per un problema tecnico, ma la mia squadra ha fatto davvero un grande lavoro e siamo riusciti a partire con il piede giusto nel secondo, per poi crescere costantemente. Ci resta ancora del margine per migliorare, soprattutto all’ultima curva, ed al momento Rea è il riferimento sul passo di gara, ma non siamo lontani. Le raffiche sono una variabile in più e le previsioni meteo parlano di venti forti per tutto il fine settimana, quindi dovremo essere noi ad adattarci il più possibile. Qui ho fatto delle belle gare in passato, e voglio sfruttare l’esperienza accumulata con la Panigale R per ripetermi».

Anche Chaz sul podio provvisorio
Il gallese, quarto nella prima sessione, ha evidenziato progressi costanti limando quattro decimi ai propri riferimenti e chiudendo a 103 millesimi dal compagno di squadra. «È bello tornare in pista dopo la seconda pausa estiva – conferma Davies – Oggi siamo stati concreti, ma non perfetti. Abbiamo provato quello che avevamo in agenda, seguendo un programma dettagliato, e domani delibereremo nel dettaglio l'assetto per la gara. Credo che stiamo procedendo nella giusta direzione, e dobbiamo semplicemente mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. In particolare, dobbiamo focalizzarci sulla frenata, sfruttando meglio il posteriore. Inoltre, nonostante la pista sia sconnessa, oggi è stato il vento a crearci più problemi. È difficile, devi posizionarti in maniera diversa sulla sella in alcune curve e stare sempre in guardia perché ti può sorprendere con raffiche forti. Dobbiamo fare un paio di piccoli passi avanti per replicare il passo dei primi, ma non siamo lontani e si tratta di piccole modifiche». Entrambi i piloti hanno così guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2. Il team Ducati tornerà in pista domani alle 9:05 locali per la terza ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e gara-1, con partenza fissata per le ore 15 locali (16 italiane).

Chaz Davies, terzo nel venerdì portoghese della Superbike
Chaz Davies, terzo nel venerdì portoghese della Superbike (Ducati)