Formula 1 | Gran Premio di Singapore

Vola la Red Bull, Vettel sbatte (e pensa alla gara)

Si chiude con una doppietta Daniel Ricciardo-Max Verstappen la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore. Le Mercedes sono terza e quarta con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. La Ferrari di Seb, invece, deve abortire la simulazione di qualifica per il traffico e una toccata al muro

SINGAPORE – Red Bull scatenata al venerdì del Gran Premio di Singapore: dopo aver comandato la prima sessione di prove libere del pomeriggio, i Bibitari dominano anche la seconda in serata, chiudendo con una doppietta. In testa si riconferma Daniel Ricciardo, ma stavolta con ben mezzo secondo di vantaggio sul suo compagno di squadra Max Verstappen. Seguono le due Mercedes, con il capolista del Mondiale Lewis Hamilton terzo, a sette decimi, e davanti al suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

Gli inconvenienti della Ferrari
Manca all'appello, invece, Sebastian Vettel, che non ha completato la sua simulazione di qualifica: nel primo tentativo, in cui aveva fatto segnare il record nel primo intermedio, è stato rallentato dal traffico; nel secondo, ha perso il posteriore alla curva 10 toccando un cartello pubblicitario appeso al muretto di protezione e facendolo finire in pista, motivo per il quale i commissari hanno momentaneamente interrotto il turno con la virtual safety car. A quel punto il ferrarista si è dedicato a lavorare sul passo gara e in classifica si è piazzato solo undicesimo, in virtù di un miglior tempo stabilito però con le più lente gomme soft. Non è andata molto meglio neppure al suo vicino di box Kimi Raikkonen che, pur utilizzando le ultrasoft come i diretti rivali, si è dovuto accontentare di un lontanissimo nono posto a quasi due secondi dal leader Ricciardo. La Formula 1 torna in pista domani alle 12 ora italiana (le 18 locali) per la terza e ultima sessione di prove libere