Formula 1

Arriva il rinnovo: Valtteri Bottas resterà in Mercedes anche nel 2018

Ingaggiato all'ultimo minuto come rimpiazzo del campione del mondo prepensionato Nico Rosberg, in questa stagione il 28enne finlandese ha dimostrato di essersi meritato la fiducia delle Frecce d'argento vincendo due GP in Russia e Austria. Così è stato riconfermato pure per il prossimo anno

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas (Mercedes)

ROMA – Valtteri Bottas sarà alla guida della Mercedes in Formula 1 anche nella stagione 2018. Ad annunciarlo la casa delle Frecce d'argento su Twitter. Il pilota ingaggiato all'ultimo minuto come rimpiazzo del prepensionato campione del mondo Nico Rosberg, insomma, è stato promosso a membro effettivo del team tedesco: merito dei risultati con cui ha dimostrato in pista di meritarsi la fiducia dei vertici di Stoccarda. «Abbiamo sottoposto Valtteri ad una grossa sfida quest'anno: unirsi alla squadra in extremis, balzare al top della F1 e fare da compagno del migliore pilota del mondo – ha riconosciuto il team principal Toto Wolff – In generale, la sua traiettoria di crescita e le sue prestazioni non ci hano lasciato dubbi se continuare con lui nel 2018. Per il team, il rispetto e la sportività che si è creata tra i nostri due piloti sono dei punti a favore in più». Da mesi, infatti, gli addetti ai lavori erano convinti che il rinnovo di Bottas fosse solo una formalità: aver firmato un nuovo contratto per una sola stagione, comunque, lascia aperte alla Mercedes tutte le opzioni sul mercato 2019.

Voglia di crescere
Finlandese di Nastola, nato il 28 agosto 1989, Bottas è attivo in Formula 1 dal 2013 prima con la Williams, con cui ha corso dal 2013 al 2016, e poi appunto con la Mercedes, con cui corre dal 2017. In carriera ha disputato 91 Gran Premi ottenendo due vittorie (quest'anno in Russia e Austria) e sedici podi. «Sono onorato e orgoglioso di continuare il mio lavoro con la Mercedes nel 2018 e restare in questa famiglia – ha dichiarato lui – Insieme continuiamo a crescere giorno per giorno e proseguendo il nostro lavoro intenso credo che non abbiamo limiti. Da quando mi sono unito alla squadra a gennaio mi sono sempre divertito, e come pilota ho imparato molto, vivendo già dei momenti indimenticabili. Anche fare coppia con Lewis è stato molto positivo e mi piace il rispetto che si è creato e la volontà di spingere il team in avanti insieme. Quando il team mi ha ingaggiato nel 2017, ha dimostrato fiducia nelle mie capacità: la riconferma per il 2018 è la prova che me la sono meritata. Ma c'è ancora margine di miglioramento e non ho mostrato il mio completo potenziale: continuerò a lavorare sodo in pista e fuori per migliorare ulteriormente la mia guida e i miei risultati».

(da fonte Askanews)