MotoGP | Gran Premio di San Marino

Con la pioggia Marquez vola (e poi ricade)

Il più veloce di tutti nel warm up bagnato (come sarà la gara di oggi pomeriggio) è il campione del mondo in carica, che stacca di oltre un secondo tutto il resto del gruppo. Ma Marc è anche scivolato all'ultimo giro alla curva 3. Solo settimo e ottavo Maverick Vinales e Andrea Dovizioso

Marc Marquez ai box della Honda a Misano
Marc Marquez ai box della Honda a Misano (Agenzia Bonora/Diario Motori)

MISANO ADRIATICO – Miglior tempo, ma anche la terza caduta del weekend. Marc Marquez si conferma veloce quanto falloso nel warm up della domenica mattina del Gran Premio di San Marino, caratterizzato per la prima volta del fine settimana dalla pioggia che dovrebbe permanere per tutta la giornata. Un'occasione per tutti i piloti e le squadre, dunque, di mettere a punto gli assetti da bagnato per le loro moto in vista della gara. Nei minuti finali il campione del mondo in carica si è confermato uno degli specialisti della pioggia, staccando di quasi un secondo tutto il resto del gruppo. E il suo margine di vantaggio avrebbe potuto crescere ulteriormente se avesse completato anche il suo ultimo giro: invece è scivolato fuori alla curva 3.

Incidente anche per Pedrosa
Alle sue spalle si piazzano altri due piloti notoriamente competitivi con l'asfalto umido: il nostro Danilo Petrucci e Loris Baz, sulle Ducati satellite. Jorge Lorenzo, autore a inizio turno di un contatto con lo stesso Baz, si è invece piazzato quarto, migliore delle Desmosedici ufficiali. Quinta l'altra Honda di Cal Crutchlow, seguita dalla sorprendente Suzuki di Andrea Iannone. I restanti due contendenti per il campionato, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso, sono soltanto settimo e ottavo, mentre la Aprilia può sorridere per il nono posto di Sam Lowes (proprio davanti a Scott Redding che lo sostituirà il prossimo anno). Il secondo ufficiale della casa di Tokyo, Dani Pedrosa, si è piazzato invece all'ultimo posto, a ben 5.6 secondi, avendo dovuto girare con la seconda moto dopo che la prima lo ha disarcionato all'uscita della curva 12. Il via della gara oggi alle ore 14.