MotoGP Gran Premio d'Austria

Immenso Dovizioso: trionfa all'ultima curva e si rilancia

Un capolavoro di tattica, grazie alla giusta scelta di pneumatici, e di coraggio nell'attacco in extremis: così il pilota della Ducati coglie il suo terzo trionfo stagionale in una svolta fondamentale del Mondiale

Andrea Dovizioso in azione sulla sua Ducati al GP d'Austria
Andrea Dovizioso in azione sulla sua Ducati al GP d'Austria (MotoGP)

SPIELBERG - E' Andrea Dovizioso il trionfatore del Gp d'Austria di MotoGp. Il pilota della Ducati, al termine di un duello avvincente fino all'ultima curva, ha la meglio su Marc Marquez e l'altra Honda di Dani Pedrosa. Buon quarto posto per Jorge Lorenzo, che chiude davanti a Zarco. Non bene le due Yamaha: Vinales è sesto, mentre Rossi solo settimo. Vittoria importante per Dovizioso che adesso è a -16 punti dal leader del mondiale Marquez. Partenza bruciante di Lorenzo che al via scavalca Marquez. Dovizioso resta in terza posizione, mentre parte bene anche Rossi che dalla settima posizione sale in quarta, davanti al compagno di scuderia Vinales. Nei primi due giri Lorenzo fa il ritmo a suon di giri veloci. Dopo sette giri Dovizioso si porta in seconda posizione, sfruttando un errore di Marquez, che però due giri dopo si riprende la posizione. Dopo sette tornate, Lorenzo, Dovizioso e Marquez mettono in scena un duello per la prima posizione, vinto dallo spagnolo della Honda che mette alle spalle Dovizioso, facendo scivolare Lorenzo in terza. Il giro successivo Rossi scivola in settima posizione scavalcato da Pedrosa (quarto), Zarco (quinto) e Vinales, punito da un lungo in curva uno. Ad undici giri dalla fine cambiano le posizioni: Dovizioso si porta in testa, approfittando di un errore di Marquez, Pedrosa invece scavalca Lorenzo e diventa terzo. Lo spagnolo della Honda però non ci sta e a nove giri dalla fine si riprende la testa della corsa, dando vita ad una serie di sorpassi e controsorpassi che a cinque giri dalla fine vede di nuovo la Ducati di Dovizioso in testa. Ultimo giro al cardiopalma con il pilota italiano della Ducati che resiste agli attacchi di Marquez andando a vincere davanti proprio allo spagnolo. Sul podio anche Pedrosa, poi Lorenzo e Zarco. Non bene le Yamaha che chiudono al sesto posto con Vinales e al settimo con Rossi.

Decidono le gomme
Dopo la vittoria all'ultima curva nel Gp d'Austria, Andrea Dovizioso è soddisfatto. "Sono molto felice per come abbiamo lavorato in questo weekend - spiega il pilota della Ducati - era difficile capire le gomme, ma alla fine siamo riusciti a farle funzionare bene. Bene anche la nuova carena. Sono stato bravo a reagire in tutte le situazioni, perché ho mantenuto la calma, poiché conoscevo le mie possibilità». Poi parla della battaglia con Marquez: "E' stata un bel duello, dove ho gestito bene la gara, soprattutto con le gomme. All'ultimo giro la cosa peggiore che può capitarti è avere Marquez dietro. Io sapevo che lui avrebbe accelerato, ma io invece non ho frenato e sono riuscito a stare avanti. Sono felice per la terza vittoria in stagione». "Alla fine oggi la differenza l'abbiamo fatta con le gomme, siamo risuciti a capire bene quali usare in gara. Adesso per il Mondiale bisogna stare davvero attenti e a Silverstone ci arrivo con fiducia" conclude.

Marquez al massimo
E' soddisfatto del secondo posto al Gp d'Austria, Marc Marquez. Il pilota della Honda ha ceduto solo all'ultima curva alla Ducati di Andrea Dovizioso: "Alla fine ero veramente al limite perché ho spinto molto - spiega Marquez - ieri sembrava andare meglio perché le gomme con temperature fredde si comportano meglio. Oggi alla fine ho sentito che la posteriore era al limite, quindi ho faticato negli ultimi giri. All'ultima curva ci ho provato ma non ne avevo davvero più e quindi non ce l'ho fatta, ma la MotoGp è così, alla fine va bene. Credo che la gara Dovizioso l'abbia vinta in accelerazione, aveva più grip. Io invece con questo caldo la gomma era più morbida. Alla fine avrei preferito vincere ma ho dato il 100%".

(Fonte: Askanews)