Motori | Moto GP Austria

Marquez, e chi lo ferma più? Non ci riesce neanche una super Ducati

La Rossa di Borgo Panigale si conferma estremamente competitiva sul velocissimo circuito del Red Bull Ring, ma non basta: domani a partire dalla pole position sarà di nuovo il leader del Mondiale, davanti ad Andrea Dovizioso e a Jorge Lorenzo

Marc Marquez in azione al Red Bull Ring
Marc Marquez in azione al Red Bull Ring (Honda)

SPIELBERG - E' di Marc Marquez la pole position del Gp d'Austria. Lo spagnolo della Honda ha fermato il cronometro in 1'23"235, con poco più di un decimo di vantaggio sulla Ducati di Andrea Dovizioso (+0"144 il suo ritardo) e quella di Jorge Lorenzo che ottiene un buon terzo tempo, staccato di +0"386 da Marquez. Bene anche la Yamaha di Maverick Vinales che con un buon ultimo giro lanciato si piazza al quarto posto a +0"519 dalla pole, mentre è apparso ancora in difficoltà Valentino Rossi che non va oltre il settimo tempo, staccato di più di sette decimi. Il dottore è preceduto dalla Ducati di Petrucci (quinto), e la Yamaha Tech3 di Zarco (sesto). Chiudono la top ten Pedrosa con l'ottavo tempo, Crutchlow con il nono davanti a Iannone.

La crescita di Marquez
"E' andata abbastanza bene, sono molto contento: l'anno scorso qui abbiamo fatto tanta fatica e invece quest'anno, sin dall'inizio, siamo riusciti a partire con un set-up migliore». Marc Marquez prova a spiegare così la pole ottenuta in Austria, la terza di fila. "Sono veloce in qualche punto, faccio più fatica in altre curve dove l'anno scorso andavo più forte ma stiamo lottando per salire domani sul podio anche se la gomma posteriore sarà molto importante".

Dovizioso azzarda con le gomme
"E' sempre un interpretare le situazioni al minuto». Andrea Dovizioso spiega così la scelta di puntare sulla gomma media che gli ha permesso di conquistare la seconda posizione in griglia in Austria. "Anche se con poca differenza di temperatura, le gomme si comportano diversamente - spiega il ducatista - La Michelin ci aveva consigliato le morbide ma abbiamo visto un po' di cose, per esempio il tempo di Pedrosa nel Q1 con la media, abbiamo preso tanti rischi ma alla fine abbiamo fatto un gran bel lavoro, stavolta niente errori di strategia".

Lorenzo in miglioramento
Jorge Lorenzo partirà dalla terza posizione domani al Gp d'Austria di MotoGp. Il pilota della Ducati sembra aver trovato il feeling con la moto: "Non è stata una sessione facile, con la prima gomma sono stato troppo aggressivo andando sempre un po' largo. Ho cambiato guida facendo più percorrenza e ha funzionato: purtroppo non ho fatto mai un giro perfetto, ma siamo a posto, la posizione è ottima e io Dovi siamo fra i favoriti per giocarci la vittoria». "Io sto crescendo, il processo di confidenza con la moto prosegue: ora manca solo l'ultimo tassello. In gara sarà decisiva la scelta delle gomme e per quanto si è visto pare che ce la dovremmo giocare con Marquez, ma le Yamaha non sono escluse" conclude Lorenzo.

(Fonte: Askanews)