MotoGP Gran Premio d'Austria

Tutto come previsto: al Red Bull Ring vola la Ducati

Dovizioso è il più veloce al termine della prima giornata di prove libere: alle sue spalle Vinales e Padrosa. Ma anche Jorge Lorenzo non è così distante dai primi

Andrea Dovizioso leader delle prove libere sulla Ducati
Andrea Dovizioso leader delle prove libere sulla Ducati (MotoGP)

SPIELBERG - Nonostante il meteo incerto, Andrea Dovizioso è stato il più veloce nelle seconde libere del Gp d'Austria. Il pilota della Ducati ha fermato il cronometro in 1'24"045, precedendo Vinales (Yamaha) di 0"234 e Pedrosa (Honda) di 0"428. Ottimo quarto tempo anche per Zarco con la Yamaha Tech, che ha chiuso davanti a Jorge Lorenzo e Marc Marquez, staccato di 0"603. Ancora in difficoltà Valentino Rossi che ha fatto registrare solo il 12esimo tempo a 0"837. Chiude la top ten: Crutchlow settimo, poi Aleix Espargaro, Redding e Bautista.

Inizio perfetto per Dovizioso
E' iniziato in modo positivo per i piloti del Ducati Team il GP d'Austria, in programma questo weekend sul circuito Red Bull Ring nei pressi di Zeltweg. Al termine della prima giornata di prove Andrea Dovizioso è infatti leader della classifica provvisoria con il tempo di 1'24"046. "Sono molto contento di come sono andate le cose oggi e non potevamo iniziare meglio il weekend - spiega Dovizioso - Gli ingegneri di Ducati Corse hanno fatto davvero un gran bel lavoro con la nuova carena, che in questa pista sta funzionando molto bene, e siamo riusciti ad avvicinarci all'effetto delle ali dell'anno scorso confermando la nostra velocità in due condizioni diverse, sia stamattina che oggi pomeriggio, quando non c'era tanto grip. Adesso però dobbiamo lavorare ancora su alcuni dettagli perché sarà il consumo delle gomme a fare la differenza in gara piuttosto che la velocità, come è già successo lo scorso anno" conclude.

Lorenzo vicino
E' quinto Jorge Lorenzo al termine della giornata di prove libere del Gp d'Austria. Il pilota della Ducati ha girato in 1'24"616: "Oggi non abbiamo potuto approfittare appieno delle due sessioni di prove libere perchè sia alla mattina che al pomeriggio c'erano delle aree della pista ancora umide a causa della pioggia che è caduta durante la giornata». Nonostante il quinto tempo però, Lorenzo non è soddisfatto: "Per questa ragione non sono del tutto soddisfatto, anche se alla fine siamo in quinta posizione e i nostri tempi non sono così lontani da quelli dei primi. Rispetto allo scorso anno, quando le Ducati hanno fatto la differenza su questa pista, adesso i nostri concorrenti sono migliorati e i tempi sono tutti abbastanza vicini, ma se riusciremo a trovare una soluzione che mi consenta di frenare con maggiore fiducia e stabilità credo che domani potremo essere decisamente più veloci" conclude.

(Fonte: Askanews)