Motori | Moto GP Repubblica Ceca

Valentino Rossi indietro ma promettente, Vinales in crisi

La prima giornata di prove libere a Brno vista dalla Yamaha: il Dottore non ha tempo di montare la gomma posteriore morbida e quindi si ferma al quattordicesimo posto, ma con buone sensazioni. Top Gun, invece, fa fatica a frenare e a curvare

Maverick Vinales e Valentino Rossi in azione nelle prove libere a Brno
Maverick Vinales e Valentino Rossi in azione nelle prove libere a Brno (Yamaha)

BRNO – Sta diventando un'abitudine in questa stagione, per Valentino Rossi, rimanere indietro nelle prove libere. Oggi, tuttavia, per giustificare il quattordicesimo posto a Brno c'è un ottimo motivo: il Dottore, infatti, a fine giornata non ha montato la gomma posteriore morbida, a differenza di tutti i suoi diretti avversari. Il potenziale della sua Yamaha, tuttavia, sembra decisamente migliore. «Alla fine la mia posizione è deludente, come altre volte quest'anno, ma non è andata troppo male – ha commentato il fenomeno di Tavullia – Specialmente stamattina, sono stato piuttosto contento della prima sessione, in cui sono stato piuttosto competitivo sotto la pioggia, una condizione in cui in questa stagione ho generalmente fatto molta fatica. Invece avevo un buon feeling con la moto e il passo non era troppo male: ho chiuso nei primi cinque, un risultato importante. Nel pomeriggio, il feeling e il passo non sono stati distanti, specialmente con le gomme medie. Dopo, ho avuto un problema con una moto, quindi ho dovuto cambiarla, ma senza sostituire le gomme, visto che preferivo continuare con le medie usate per poter fare dei confronti tra i due assetti. Gli altri sono migliorati con le morbide, per cui la mia posizione è peggiorata, ma il passo con le medie è piuttosto buono, anche se devo ancora lavorare sul bilanciamento. Domani mi aspetto che tutti siano veloci e forti, ma spero in condizioni asciutte per migliorare nella terza sessione».

A Vinales manca qualcosa
Non si sono conclusi invece i guai delle scorse gare per Maverick Vinales, che non è andato oltre l'undicesima posizione a nove decimi dal leader Andrea Dovizioso, a causa di problemi in frenata e in curva con la sua M1 che non gli hanno permesso di guidare con il suo consueto stile aggressivo: «Non sono nemmeno riuscito a spingere – ha spiegato Top Gun – Stamattina sul bagnato mi trovavo meglio che al Sachsenring, anche se ci sono ancora dei punti da migliorare, ma sull'elettronica piuttosto che sull'assetto. Nel pomeriggio ho fatto molta fatica, non so per quale motivo ma non riuscivo a girare con la moto e a fare il tempo. Ho dovuto guidare in modo molto pulito e non riuscivo ad essere aggressivo. Ci manca qualcosa e non so cosa sia: dobbiamo davvero fare attenzione al lavoro che stiamo svolgendo per cercare di trovare cosa sia, questa è la parte difficile. Forse per via delle condizioni di oggi l'aderenza è peggiorata e questo ha amplificato il problema. Ma è difficile guidare in questo modo e andare forte».