27 giugno 2017
Aggiornato 21:00
Prossima tappa in casa sulla pista di Ottobiano

Tony Cairoli cade in Russia, ma rimane in testa al Mondiale

Una scivolata nella seconda manche del weekend che ha segnato il ritorno del campionato iridato in terra russa compromette le chance del fuoriclasse siciliano di cogliere un buon piazzamento finale. Ma quel che più conta è che l'otto volte titolato conserva il comando della classifica

Tony Cairoli in azione nella tappa di Orlyonok
Tony Cairoli in azione nella tappa di Orlyonok (Ktm)

ORLYONOK – La pista di Orlyonok, sulla costa nord-est del Mar Nero, ha ospitato, dopo cinque anni, il ritorno del Mondiale motocross in Russia. Un tracciato nuovo per tutti, piuttosto veloce e caratterizzato da un fondo duro e sassoso. Le abbondanti piogge cadute il sabato notte e la domenica mattina hanno però reso la pista molto fangosa, al limite della praticabilità. Poiché stava smettendo di piovere, nella prima manche il fango era ancora piuttosto acquoso, poi nella seconda era con molti canali e più consistente.

Quinto posto nel GP
Dopo l’ottimo secondo posto in qualifica al sabato, la domenica le condizioni della pista hanno costretto Antonio Cairoli (team Red Bull Ktm De Carli Racing MxGP) ad un atteggiamento più prudente ed è comunque riuscito ad avvicinarsi al podio, concludendo quinto di giornata a pochi punti dai primi. Cairoli con la Ktm 450 SX-F nella prima manche è subito scattato in testa, seguito dal compagno di marca Jeffrey Herlings, ed ha tenuto la prima posizione per tre quarti di gara, quando in un paio di giri ha perso secondi preziosi nei doppiaggi favorendo così il sorpasso di Herlings. Comunque l’otto volte campione del mondo ha tenuto agevolmente la seconda posizione, alle spalle di Desalle (Kawasaki), evitando di rischiare per riprendere la leadership. Nella seconda manche Tony in partenza ha evitato il contatto con altri piloti alla prima curva ma ha perso qualche posizione ritrovandosi intorno al decimo posto. Nonostante una scivolata ha ben presto guadagnato l’ottava posizione, e nel finale si stava avvicinando ai due davanti quando in un canale è incappato ancora in una caduta ed è stato superato da Herlings. Ha concluso al nono posto, che con il secondo posto di gara-1 gli ha dato la quinta posizione assoluta di GP, a pari punti con il quarto e a soli due punti dal podio. Cairoli è in testa alla classifica provvisoria del campionato mondiale motocross MxGP con 381 punti. «Penso di poter dire che questo weekend è stato buono – ha commentato il fuoriclasse siciliano – Ho fatto qualche errore, a volte per i doppiati, ma la pista era davvero insidiosa ed ho dovuto guidare con molta attenzione. In gara-1 sono partito primo e solo nel finale mi ha superato Herlings, ma è stata una manche positiva. In gara-2 la gomma ha pattinato sulla griglia di partenza, sporca di fango, ed alla prima curva ho rischiato anch’io di finire a terra per il contatto con altre moto. Nel finale per evitare un doppiato sono caduto in un canale ed ho perso una posizione e la possibilità di recuperare su Jasikonis e Glenn (Coldenhoff, ndr), erano ormai vicini. Peccato, il podio non era lontano. Ora pensiamo ad Ottobiano, una pista che mi piace e dove mi aspettano molti tifosi».

L'otto volte campione del mondo in Russia
L'otto volte campione del mondo in Russia (Ktm)