24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
In Francia la quarta prova dell'Europeo di Formula 3

Mick Schumacher supera l'esame del circuito cittadino di Pau

Per la prima volta il figlio del grande Michael si è trovato alle prese con una pista stradale e, nelle qualifiche di oggi, ha conquistato la tredicesima piazza: «Forse potevo fare meglio, ma sono soddisfatto di come è andata a finire». La pole al suo compagno di squadra Ilott

Mick Schumacher in azione sulla pista cittadina di Pau durante le qualifiche
Mick Schumacher in azione sulla pista cittadina di Pau durante le qualifiche (F3)

PAU – Mick Schumacher, alla prima presa di contatto su un circuito cittadino, ha chiuso settimo del gruppo e partirà dalla tredicesima piazza nel Gran Premio di Pau, terza prova del campionato europeo di Formula 3. «La qualifica è stata positiva considerando che era la mia prima volta su un circuito cittadino, e sono soddisfatto di come è andata a finire – ha raccontato l'erede del mitico Michael – Forse avremmo potuto fare ancora meglio visto che le due vetture di Hitech ci hanno sopravanzato negli ultimi istanti. Questo weekend andrò all’attacco, e vedremo dove riuscirò ad arrivare». Il suo compagno di squadra nel team vicentino Prema, Callum Ilott, ha conquistato invece la pole position: il diciottenne inglese è riuscito a prevalere nel primo gruppo (i partecipanti sono stati divisi per evitare eccessivo traffico), lo stesso del tedesco figlio d'arte, marcando anche il miglior riscontro assoluto della giornata dopo essere rimasto per quasi tutto il tempo al comando della graduatoria. «Sono molto fiducioso, è la mia terza volta qui a Pau ed è stato positivo per noi riuscire ad essere subito competitivi – ha commentato il poleman – Ero molto a mio agio con la vettura che il team Prema mi ha messo a disposizione. Ho progressivamente migliorato il mio tempo, e poi uno dei giri si è rivelato essere molto buono, cosa che mi ha permesso di chiudere il comando. Dopodiché ho solo dovuto aspettare l’altro gruppo ma siamo comunque riusciti a restare davanti. È stata una giornata positiva».