Piazzamento per il team italiano Prema in Formula 2

Punti preziosi per il giovane del vivaio Ferrari, Leclerc, in gara-2 a Barcellona

Alla vittoria nella prima manche il monegasco Charles fa seguire un eccellente quarto posto nella seconda, incrementando il suo vantaggio in classifica piloti. Sfortunato il suo compagno di squadra, il cosentino Antonio Fuoco, ritiratosi per una toccata al primo giro

Charles Leclerc in azione in gara-2 a Barcellona
Charles Leclerc in azione in gara-2 a Barcellona (Prema)

BARCELLONA – Si è completata con un prezioso piazzamento a punti l’apparizione del team Prema nel secondo round del campionato di Formula 2. A Barcellona, Charles Leclerc ha incamerato una quarta posizione eccellente in gara-2 dopo essere partito dall’ottava piazza in conseguenza della vittoria nella corsa principale di ieri e della griglia invertita. Il monegasco della Ferrari Driver Academy ha recuperato bene, sorpassando diversi avversari ma senza prendere rischi inutili, incrementando ulteriormente il proprio vantaggio al vertice della graduatoria piloti. «È stata un’ottima gara e la vettura era perfetta – racconta Leclerc – All’inizio ho perso un po’ di tempo alle spalle di Albon e Malja. Potendoli superare prima, la corsa avrebbe avuto forse un esito diverso. Ma i forse non contano… coi forse si potrebbero vincere tutte le gare. In generale la giornata è andata molto bene, la macchina era davvero veloce e questo è il dato positivo che ci portiamo a Monte Carlo. Ora dobbiamo concentrarci e attendere di tornare in pista per la gara di casa». Prova più sofferta per l’altro debuttante della Fda, Antonio Fuoco. Il cosentino ha terminato la giornata anticipatamente per una toccata subita nel corso del primo giro. «Avevo fatto una buona partenza, poi è arrivato un contatto alla curva 7 e la mia corsa è finita lì – si rammarica Fuoco – È stato un weekend molto difficile e ora dobbiamo lavorare per il prossimo, tornando nelle posizioni che ci competono». Ciononostante, il team Prema è stato in grado di agguantare la testa a pari merito anche nella classifica a squadre.