23 giugno 2017
Aggiornato 12:30
Il campione anglo-caraibico si guarda le spalle da Vettel

Lewis Hamilton in pole, ma non canta vittoria: «In gara contro la Ferrari sarà dura»

Tutto il vantaggio che la Mercedes aveva accumulato ieri nelle prove libere si è dissolto in qualifica. E di solito alla domenica la Rossa è ancora più competitiva: «Siamo vicinissimi, sarà importante azzeccare una buona partenza. Per fortuna scatto dal lato pulito della pista»

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas dopo le qualifiche a Barcellona
Lewis Hamilton e Valtteri Bottas dopo le qualifiche a Barcellona (Mercedes)

BARCELLONA – Obiettivo centrato: Lewis Hamilton partirà dalla pole position del Gran Premio di Spagna. Un bel recupero, dopo lo scorso weekend di gara in Russia in cui aveva chiuso al quarto posto sia al sabato che alla domenica. «Sono super orgoglioso di essere tornato là davanti, questo fine settimana finora è stato migliore – ha commentato il campione anglo-caraibico – Il primo giro di queste qualifiche è stato molto, molto buono, l'ultimo così così. Ma il team ha fatto un lavoro incredibile e li ho sentiti festeggiare, insieme ai tanti tifosi che abbiamo qui in pista. Ogni anno sono pazzeschi, il consenso nei nostri confronti in Spagna è cresciuto molto negli ultimi dieci anni e questo mi fa un grande piacere. È sempre una bella spinta morale quando vedi un sostegno così forte in una gara che non è quella di casa per te. Sono questi ragazzi a rendere così speciale l'atmosfera di questo weekend».

Una gara tutta aperta
Ancora una volta, però, il tre volte iridato sarà chiamato domani ad una sfida che si preannuncia molto più impegnativa. Sebastian Vettel, infatti, lo ha tallonato ad appena 51 millesimi nelle qualifiche di oggi, e la sua Ferrari ha dimostrato finora in questo inizio di stagione di essere molto più competitiva alla domenica che al sabato. La lotta, dunque, si prospetta infuocata, fin dal via: «Penso che domani ci aspetti una corsa complessa – ammette Hamilton – Avete visto quanto siamo stati vicini oggi, ci hanno separato soltanto dei millesimi di secondo. E sarà molto importante fare una bella partenza, perché il rettilineo che separa la griglia dalla prima curva è il terzo più lungo di tutto il campionato. Abbiamo lavorato sodo per contrastarli, perciò io mi limiterò semplicemente a fare il miglior lavoro possibile. Valtteri finora ha azzeccato delle partenze grandiose perciò cercherò di seguire le sue orme. Qui il posizionamento può aiutare molto ed essere sul lato pulito della pista, in generale, è un vantaggio. Perciò spero di sfruttarlo rispetto a Sebastian».