Inizia la rincorsa del Cavallino rampante

La Mercedes resta davanti a Barcellona, ma la Ferrari si avvicina

Anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna è doppietta per Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, staccati di appena 80 millesimi. Ma stavolta le due Rosse di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, giunti nell'ordine alle loro spalle, sono a due decimi

Lewis Hamilton nell'abitacolo della sua monoposto
Lewis Hamilton nell'abitacolo della sua monoposto (Mercedes)

BARCELLONA – È ancora doppietta Mercedes nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna: comanda Lewis Hamilton, con un tempo di 1:20.802 staccato grazie alle gomme soft, e con il compagno di squadra Valtteri Bottas ancora alle sue calcagna, distante appena 80 millesimi. La Ferrari, insomma, resta alle spalle, ma si avvicina alle due Frecce d'argento: Kimi Raikkonen chiude il turno a due decimi dalla vetta, Sebastian Vettel, reduce da un guasto nella mattinata, a quattro. La Red Bull si conferma terza forza: quinto posto per Max Verstappen, che dopo pochi minuti è finito anche fuori pista alla curva 9, e sesto per Daniel Ricciardo. Continua invece il calvario di Fernando Alonso nel suo Gran Premio di casa: dopo aver dovuto passare quasi tutta la giornata fermo ai box per l'esplosione del suo propulsore Honda patita stamattina, il campione asturiano è riuscito a tornare in azione solo nell'ultima mezz'ora, lamentandosi però con esasperazione via radio: «Il motore mi sembra buono, è molto più lento di prima, incredibile...». Alla fine, la sua McLaren ha chiuso in ultima posizione, a ben 3.2 secondi dal miglior tempo di giornata. Domani mattina alle ore 11 è in programma la terza e ultima sessione di prove libere a Barcellona.