26 giugno 2017
Aggiornato 20:30
Se l'è cavata con qualche ustione a collo e braccio

Che paura per Xavi Fores: la sua Ducati prende fuoco in piena gara

Attimi di spavento nel bel mezzo della prima manche del Mondiale Superbike ad Alcaniz: sulla Panigale R si buca lo scarico innescando un incendio. Il pilota spagnolo deve accostarsi a bordo pista prima che i commissari possano intervenire

La Ducati Panigale R di Xavi Fores in fiamme
La Ducati Panigale R di Xavi Fores in fiamme (ANSA)

ALCANIZ – È finita solo con un grande spavento per il pilota del Barni Racing Team Xavi Forés, costretto ad abbandonare la gara con la sua Ducati Panigale R in fiamme, dopo una scivolata al quinto giro della gara-1, sul circuito di Aragon, in Spagna. Partito dalla quinta posizione e scattato bene al via, Forés si è accodato al quartetto di testa formato dalle Ducati e dalla Kawasaki ufficiali, ma nel tentativo di avvicinarsi a Tom Sykes, in staccata, ha perso l’anteriore e non ha potuto evitare la caduta. Il portacolori del team bergamasco è riuscito a tornare in sella, ma dopo qualche giro la sua Panigale R ha preso fuoco per un problema allo scarico. Il pilota spagnolo, tra le fiamme, è riuscito a condurre la moto a bordo pista prima di saltare via e permettere l’intervento dei commissari per spegnere il fuoco. Forés è rientrato ai box e sulle sue gambe ha raggiunto l’infermeria dove gli sono state diagnosticate ustioni al collo e al braccio destro. Il centauro è stato comunque in grado di correre gara-2 alla domenica. «Sono più che altro arrabbiato per la caduta, potevamo fare veramente una bella gara – racconta il ducatista – Ho perso l’anteriore quando ho cercato di allungare la staccata per avvicinarmi a Sykes. La caduta non ci voleva, potevamo fare veramente bene. Tornato in pista sentivo rumore finché si è bucato lo scarico che ha fuso la pompa di benzina e innescato l’incendio. È stato davvero un brutto momento perché non potevo buttarmi a terra, ho qualche bruciatura sul collo e al braccio destro».