29 ottobre 2020
Aggiornato 09:30
Strage discoteca Corinaldo

L'appello di Jovanotti a Che Tempo che Fa dopo la strage di Corinaldo

«Applicate queste leggi con più attenzione possibile. E' l'unica cosa che possiamo fare» dice Lorenzo Jovanotti

MILANO - Fabio Fazio, Luciana Littizzetto e Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, hanno aperto la puntata di domenica di Che Tempo Che Fa rivolgendo un pensiero alle vittime e alle famiglie della tragedia di Corinaldo. Il conduttore del programma ha dichiarato: «Vi siamo estremamente vicini, siamo genitori di figli adolescenti e non ci sono parole che tengano».

SERVE ATTENZIONE - «Io lavoro nel divertimento, nei locali da quando ho 16 anni, ho cominciato nelle discoteche e quindi è la mia storia, è la mia vita», ha aggiunto Jovanotti. «Voglio semplicemente rivolgermi a chi lavora in questo ambiente, agli addetti ai lavori, ci sono tantissime leggi. Applicate queste leggi con più attenzione possibile. E' l'unica cosa che possiamo fare. Non c'è altro, perché lo sgomento, il dolore, è davvero inconsolabile», ha aggiunto.