Italia | Ius soli

Il «grande tradimento sullo ius soli» secondo Laura Boldrini

La presidente della Camera all'assemblea di Leu insieme a Pietro Grasso: «Ha avuto la meglio una sconcertante subalternità culturale e politica»

ROMA - «Combattere le diseguaglianze, affermare diritti, rivendicare giustizia, significa volere una società democratica in cui tutti possano vivere bene.
Tutti, non solo pochi privilegiati. In cui tutti possono dare il meglio di sé. Forza, con entusiasmo e con passione possiamo farcela. Dobbiamo farcela. Buon lavoro a tutte e a tutti noi!»
. Lo scrive la presidente della Camera, Laura Boldrini, che è intervenuta all'assemblea di Liberi e Uguali insieme a Pietro Grasso.

Su ius soli una sconcertante subalternità
Boldrini ha detto dal palco: «Da presidente della Camera ho assistito alla fine dei lavori parlamentari con amarezza: la legislatura si è conclusa con un grande tradimento per la mancata approvazione dello ius soli. Ha avuto la meglio una sconcertante subalternità politica per cui bisognava far prevalere quello che la destra diceva. Si perde voti? Allora non si fa. E’ stata una decisione assolutamente miope – ha aggiunto – anche queste devono essere nostre battaglie».