Movimento 5 stelle

Casaleggio non risponde sul candidato del M5s arrestato in Sicilia

Alle ultime regionali siciliane è stato il primo dei non eletti per il Movimento 5 Stelle nella provincia di Agrigento. Fabrizio La Gaipa in manette con l'accusa di estorsione

PALERMO- Alle ultime regionali siciliane è stato il primo dei non eletti per il Movimento 5 Stelle nella provincia di Agrigento Fabrizio La Gaipa, l'albergatore 42enne finito in manette con l'accusa di estorsione. L'attivista grillino si trova ai domiciliari dopo essere stato accusato da due suoi dipendenti di presunte irregolarità sulla stipula dei contratti di lavoro, e sui compensi dichiarati ed effettivamente versati ai lavoratori.

Coinvolto anche il fratello
Le indagini, coordinate dal procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, vedono coinvolto anche il fratello del grillino, Salvatore La Gaipa, per il quale è stato disposto il divieto di dimora. La Gaipa ha ottenuto oltre 4mila voti, arrivando terzo dietro Matteo Mangiacavallo e Giovanni Di Caro. Era intervenuto al comizio che il candidato alla presidenza della Regione Giancarlo Cancelleri e il vice presidente della Camera Luigi Di Maio avevano fatto ad Agrigento nel corso del lungo tour elettorale che ha visto il Movimento 5 Stelle attraversare tutta la Sicilia.