19 agosto 2018
Aggiornato 21:00

Non riesce a sfrattarli: li investe mentre vanno in bici e poi li rapina

In manette a Roma il proprietario dell'immobile e un 'complice'. Dopo averli travolti ha rubato due telefoni cellulari e il portafogli con 460 euro
Foto di repertorio
Foto di repertorio (ANSA/DANIELE MASCOLO)

ROMA - Non riesce a sfrattarli e li investe con l'auto mentre vanno in bicicletta. E' accaduto ieri sera in zona Casilino. Quando gli agenti del Reparto Volanti sono arrivati in via Carpineto Sinello, per una segnalazione di lite violenta, hanno riscontrato la presenza di due persone a terra. Un uomo ed una donna, hanno raccontato di essere stati investiti, mentre andavano in bicicletta, dal proprietario dell'appartamento di cui sono affittuari e con cui da diverso tempo hanno dei problemi legati alla locazione dell'appartamento.

Travolti dall'auto
In particolare il conducente, in compagnia di una donna e di altre due persone, si è avvicinato a loro con il veicolo accelerando e frenando in continuazione fino a quando non li ha tamponati facendoli cadere a terra. Non contenti, scesi dal veicolo, in due hanno iniziato a colpire gli affittuari con un bastone ed un cacciavite rubandogli, prima di fuggire, due telefoni cellulari ed il portafoglio contenente 460 euro.

I soccorsi e le indagini
Sul posto è arrivata un'ambulanza che ha trasportato i due feriti in ospedale dove gli sono state riscontrate lesioni guaribili in 7 e 5 giorni di prognosi per trauma cranico ed addominale . Gli agenti, riscontrate chiare tracce delle frenate degli pneumatici, hanno richiesto l'intervento degli agenti di Polizia Roma Capitale per i rilievi di competenza.

L'arresto
Dopo le prime indagini, ascoltati i testimoni e accertata l'esatta dinamica dell'accaduto i poliziotti si sono messi sulle tracce degli aggressori che nel frattempo si erano recati in Commissariato per presentare l'ennesima denuncia contro i due affittuari. Localizzata l'autovettura con a bordo la coppia, è stata bloccata dagli agenti in via Tiburtina angolo via Lago D'Orta. Accompagnati negli uffici del commissariato Casilino, entrambi stranieri, sono stati arrestati per rapina aggravata, lesioni personali e omissione di soccorso.