18 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

A Londra il premio sommelier Valpolicella

Consorzio, mercato inglese strategico per Amarone, in un anno +5%

Il premio
Il premio (ANSA)

LONDRA - I vini italiani si fanno conoscere anche a Londra, e non solo conquistando spazi sul fronte delle vendite. Lo dimostra l'evento svoltosi ieri nei prestigiosi saloni dell'Institute for Directors di Pall Mall, a due passi da Trafalgar Square, nel quale il giovane sommelier di origine polacca Janusz Sasiadek si è aggiudicato il Communication Prize, riconoscimento 'talent scout' animato dal Consorzio Vini Valpolicella che premia chi meglio abbia saputo descrivere i vini della Doc di questo territorio del Veneto.

Il premio, che consente a Sasiadek di accedere direttamente alla seconda edizione del Valpolicella Education Program (VEP), un corso di certificazione sui vini e sul territorio della Valpolicella per la formazione di nuovi esperti della denominazione (Verona, 29-31 gennaio 2019), è stato consegnato nella cornice di una vera e propria kermesse dedicata al vino di qualità. Un'iniziativa, promossa dall'Uk Sommelier Association-Club Italia, guidata da Andrea Rinaldi, assieme all'Associazione Italiana Sommelier (Ais) e con la sponsorizzazione del Consorzio Valpolicella (presente con 9 aziende vinicole), oltre che di altri produttori fra cui Villa Sandi, realtà nota per il Prosecco che dà il nome a sua volta a un concorso per sommelier basati a Londra (il Villa Sandi Award) vinto quest'anno dal francese Julien Sarrasin.