16 dicembre 2018
Aggiornato 11:00

Export: l'Emilia-Romagna è terza in Italia con 60 miliardi 2017

Da Sace Simest 1,4 miliardi a sostegno di 1.600 aziende della regione

Industria in Emilia-Romagna
Industria in Emilia-Romagna (ANSA)

BOLOGNA - Nel 2017, con 60 miliardi di beni esportati, il 13,4% del totale, l'Emilia-Romagna è stata la terza regione esportatrice, +6,7% rispetto al 2016. E' la foto del territorio scattata dagli esperti di Sace Simest, il polo dell'export e internazionalizzazione del Gruppo Cdp, al convegno ‘L'export dell'Emilia-Romagna tra dazi, Trump e instabilità geopolitica’ organizzato con Confindustria, per presentare la Country Risk Map 2018. Sul mercato europeo, Francia, Spagna e Polonia hanno garantito ottime opportunità alle imprese della regione. Ma segnali incoraggianti sono arrivati anche dai mercati a elevato potenziale (livello di rischio medio-basso) come evidenziato nella Country Risk Map. È il caso di Cina, Giappone e Corea del Sud, ma anche Brasile, Messico e Perù, che continueranno a fornire domanda importante per i prodotti Made in Italy. Solo nel 2017 il polo Sace Simest ha servito 1.600 aziende dell'Emilia-Romagna, in prevalenza Pmi, mobilitando 1,4 mld di risorse a sostegno di export e investimenti.