18 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Degrado urbano

Il Comune riprova a dire basta al parcheggio selvaggio di bici in stazione

Nei prossimi giorni saranno rimosse tutte le biciclette che vengono lasciate fuori dalle rastrelliere nell'area ferroviaria

Il Comune riprova a dire basta al parcheggio selvaggio di bici in stazione
Il Comune riprova a dire basta al parcheggio selvaggio di bici in stazione Shutterstock

NOVARA - Il Comune avvisa: nei prossimi giorni saranno rimosse tutte le biciclette che vengono lasciate fuori dalle rastrelliere nell'area della stazione. Non è la prima volta: la scorsa estate, dopo che era stata emessa un'ordinanza apposita lo scorso luglio, ne erano state portate via a decine. La delibera ha previsto che tutte le bici che vengono parcheggiate nei pressi di lampioni, pali, monumenti o vicino ad attraversamenti pedonali, passi carrai e piste ciclabili saranno rimosse e custodite gratuitamente presso un deposito comunale, per essere restituite entro 30 giorni a chi sarà in grado di dimostrarne la proprietà e dopo il pagamento di una sazione che va dai 25 ai 500 euro.

Motivi di sicurezza e decoro
In questi giorni gli agenti della polizia locale stanno posizionando i cartelli di avviso, dopodiché si procederà alla rimozione. Dal Comune hanno spiegato: «La segnaletica di rimozione è stata posizionata la scorsa settimana e gli agenti stanno già provvedendo ad affiggere avvisi cartacei indicanti la data della rimozione sui mezzi presenti nell’area. Il provvedimento ha diverse finalità: innanzitutto il decoro urbano in una zona rispetto alla quale i cittadini hanno più volte segnalato numerose criticità. Inoltre ordine pubblico, sicurezza e invito al rispetto delle regole che, nonostante i solleciti e i precedenti interventi, non si è purtroppo verificato».