10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
dopo il dietrofront del giudice russo

Ospedale Israelitico, Palozzi (FI): «Bisogna procedere con l'accreditamento»

Da quattro 4 mesi la struttura sanitaria è in attesa di tornare alla normalità dopo l'inchiesta giudiziaria che ha travolto la sua amministrazione

ROMA - Proseguono le vicessitudini dell'Ospedale Israelitico di Roma. Dopo il dietrofront del giudice Russo e l'arrivo del nuovo commissario, è urgente per la struttura sanitaria il ritorno alla normalità.

L'appello di Palozzi a Zingaretti
«Dopo la nomina del nuovo commissario straordinario dell'ospedale Israelitico, ora il presidente Zingaretti non ha davvero più alibi. Il governatore del Lazio deve riattivare immediatamente tutte le procedure propedeutiche all'accreditamento del presidio capitolino, condizione indispensabile e improcrastinabile per il definitivo rilancio dell'Israelitico, eccellenza sanitaria da tutelare per il bene dei cittadini utenti e del personale che quotidianamente vi opera con impegno e professionalità». Così il consigliere regionale del Lazio di Forza Italia, Adriano Palozzi. (Forza Italia)